Notizie local

Vasco Rossi in Sicilia: “Contro tutte le mafie. In tour con il cappellino di Don Ciotti”

Vasco Rossi è pronto per la tappa siciliana del suo tour. Stasera si accenderanno le luci dello stadio San Filippo Neri di Messina e sarà lui il protagonista. Il cantante, innamorato dell’isola, ha dichiarato di indossare il berretto di don Ciotti @liberacontrolemafie durante tutte le sue esibizioni e ha ricordato anche le figure di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, vittime delle stragi mafiose del 1992, a cui è legato da un particolare evento.

“Nel 1996 ho inaugurato il velodromo Paolo Borsellino nel quartiere Zen, lui e Giovanni Falcone sono eroi… Da sempre ‘contro tutte le mafie’ (In tour indosso il cappellino di Don Ciotti @liberacontrolemafie)”, racconta Vasco che racconta, su Instagram, di essere arrivato in Sicilia per la prima volta all’età di 20 anni. Era la mia prima vacanza con Marco Gherardi, mio ​​amico d’infanzia, avevamo 20 anni. Siamo partiti da Zocca per la Sicilia. I sapori, i profumi, le donne… che capogiro… siamo rimasti senza soldi quasi subito… e siamo stati costretti a restare a casa».

Vasco ricorda anche che “a Taormina nel 2001 Salvetti mi invitò al Festivalbar, mentre ero in tournée, e ci andavo, tra una data e l’altra… quel giorno ero libero… Era il periodo di We’ re Sola Che casino pazzesco… quanta bella gente… mi innamoravo ogni cinque minuti e non volevo andarmene… Era quasi impossibile lasciare Taormina nel bel mezzo della festa.. .”.

E il cantante, che stasera salirà sul palco allestito al San Filippo Neri di Messina, ricorda anche la sua prima esibizione in Sicilia: “Era il 1983, a Letojanni”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button