Notizie Italia

Una vita tra calcio e politica, Canicattì ricorda Vincenzo Marchese Ragona

A vent’anni dalla sua morte, la figura storica di Vincenzo Marchese Ragona, meglio noto a tutti come prendi Vice. Il Marchese Ragona ha legato il suo nome soprattutto al calcio e alla politica. In questi due campi fu un leader e un esempio guadagnandosi la stima e la simpatia praticamente di tutti non solo in città o in Sicilia ma anche nel resto d’Italia.

Soprattutto nel mondo del calcio agonistico per la sua fede biancorossa come allenatore del Canicattì Calcio forse nei momenti migliori. Un carattere unico sono ancora impresse nella mente degli sportivi le immagini del Ragona quando dagli spalti dello stadio Carlotta Bordonaro e dal tetto di Casa Balilla incoraggiava sportivi e giocatori a tifare e conquistare la vittoria. Pagine memorabili. L’impegno di Vincenzo Marchese Ragona anche in politica. In qualità di amministratore e consigliere comunale per la Polizia Municipale e l’Igiene Urbana. Impressionava nella mente dei concittadini l’immagine di quando senza risparmiarsi a bordo della cisterna comunale vigilava al lavaggio delle strade cittadine senza disdegnare di impugnare la lancia per pulire i punti più difficili.

Per ricordare questo pezzo di storia di Canicattì a vent’anni dalla sua scomparsa, la famiglia ha organizzato un momento di riflessione celebrando lunedì prossimo 29 agosto alle ore 19 nella chiesa di San Diego, una funzione religiosa aperta a tutti a cui parteciperanno senza necessità per qualsiasi invito non solo politici e sportivi ma anche i cittadini che lo hanno conosciuto e apprezzato per il suo spirito di abnegazione e la sua passione sportiva. La partecipazione è prevista anche da fuori città.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button