Notizie Italia

Un cucciolo di volpe stremato dal caldo e dalla sete salvato a Santa Caterina Villarmosa

A Santa Caterina Villarmosa (Caltanissetta) è stato liberato un giovane esemplare di Volpe (Vulpes vulpes), ritrovato – in condizioni di difficoltà ed esaurimento – da Calogero Barrile nei pressi del comune di Nissena. Il cucciolo è stato poi accudito dai volontari del WWF Sicilia Centrale e condotto in visita da Andrea Cortese, veterinario di Caltanissetta. La piccola volpe fu ristorata e nutrita e riprese subito le forze; date le buone condizioni generali di salute, è stato subito rilasciato nelle campagne nei pressi della Riserva Naturale Geologica Integrale “Contrada Scaleri”, gestita dal Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta.
La liberazione è stata immortalata in un video realizzato nell’ambito del Progetto SI.VANN (Sistema di Vigilanza delle Aree Naturali Nissene), sostenuto dalla Fondazione Con il Sud, di cui il Libero Consorzio di Caltanissetta e le Associazioni MOVI di Caltanissetta e Real Dream di San Cataldo. Il Progetto SI.VANN – che comprende anche la Riserva Naturale Orientata di Serradifalco “Lago Soprano” – si propone di attuare azioni volte a riaffermare la legalità ambientale, contribuendo al perseguimento degli obiettivi generali di tutela della biodiversità e del patrimonio naturale, comprese azioni di tutela diretta e salvaguardia l’ambiente e gli animali attraverso l’organizzazione di servizi speciali di sorveglianza e pattugliamento.
«Abbiamo scelto la Riserva di Contrada Scaleri perché è un’area protetta di grande valore scientifico – spiega Ennio Bonfanti, presidente del WWF Sicilia centrale e responsabile del progetto SI.VANN – confinante con un’altra area di importanza naturalistica e riconosciuta come Sito di Importanza Comunitaria: si tratta del “Torrente Vaccarizzo”, sempre nel territorio del Comune di Santa Caterina Villarmosa”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button