Notizie Italia

Tragedia nell’Ennese, operaio di Niscemi precipita da un ponteggio: era al suo primo giorno di lavoro

Ancora una morte sul lavoro. Questa mattina un operaio di 28 anni di Niscemi, Roberto Savastaperse la vita cadendo da un’impalcatura allestita in un cantiere edile ad Ennese.

Secondo le informazioni preliminari, il giovane sarebbe caduto da un’impalcatura da un’altezza di circa 10 metri. Il 28enne è stato prontamente trasportato all’ospedale di Enna ma a causa delle ferite riportate non ce l’ha fatta.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri dell’azienda di Enna per effettuare i primi sopralluoghi e per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente sul lavoro, sul quale sono in corso i controlli, che è costato la vita al 28enne. Il giovane era molto conosciuto nella comunità di Niscem.

«Un giovane lavoratore ha perso la vita il primo giorno di lavoro in quel cantiere, è inaccettabile. La sicurezza va rispettata. In attesa che la magistratura chiarisca le cause di questo incidente, sottolineiamo la necessità di più controlli e più ispettori nell’impianto biologico. Ma la formazione è necessaria anche per tutti i lavoratori, sia prima che durante il contratto. Gli infortuni sono un’emergenza nazionale e, come ha detto lo stesso segretario Pierpaolo Bombardieri, bisogna fare di più e prendere subito tutte le misure necessarie. Bisogna insistere su prevenzione, formazione e riqualificazione professionale». Come questo Luisella Lionti, segretaria della Uil Sicilia e Area Vasta, che si aggrappa al dolore della famiglia Savasta

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button