Notizie Italia

Tra big match ed esordi in panchina, così riparte la serie B

Dopo una settimana di riposo per gli impegni delle Nazionali, il campionato di serie B torna con la settima giornata. In testa Reggina e Brescia con 15 punti, frutto di 6 vittorie e una sconfitta. A rincorrere subito dietro Frosinone e Bari con 12, con un po’ più di ritardo – invece – ci sono i big Genoa (11) e Cagliari (10 insieme ai sardi anche la Ternana).

Ad aprire il weekend, invece, domani alle 20.30, è arrivato il Como di Moreno Longo, dopo l’esonero di Gattuso, che farà visita a Cosenza allo stadio San Vito: i lombardi sono ancora a caccia del primo successo (non tanto quanto ci si aspettava dopo l’ottimo mercato estivo), avendo ottenuto finora solo tre pareggi, invece i calabresi, dopo una partenza in volata, hanno rallentato la corsa ma intendono riprendere il cammino per raggiungere la quota salvezza più veloce possibile. Sabato raduno delle partite alle 14, sette gare in contemporanea. La capolista Reggina sarà impegnata sul campo del Modena: i calabresi hanno sorpreso tutti in questo inizio di campionato, non solo per i punti raccolti ma anche per la partita e soprattutto i gol realizzati (miglior attacco del torneo con 14 reti), mentre i “canarini”, che ingaggiarono Fabio Poli, ottennero una sola vittoria, poi tutte le sconfitte.

Al Tombolato il Cittadella ospita la Ternana di Lucarelli, mentre Il Palermo – dopo un mini ritiro a Manchester in casa del City per quattro giorni – accoglierà il Sudtirol al Barbera, che deve contare gli assenti. Alle 16.15 il terzino del Pisa, che ha scagionato Maran e riaccompagnato in panchina D’Angelo, farà visita ai Curi al Perugia del nuovo tecnico Baldini, subentrato a Castori. A chiudere il girone, domenica alle 16.15, Benevento-Ascoli: i Sanniti guidati dal nuovo tecnico Fabio Cannavaro, alla prima esperienza da allenatore in Italia dopo le avventure in Cina, dall’altra parte Marche a caccia di punti dopo due ko consecutivi contro Parma e Perugia. Tutti in campo, dunque, e sia per questo che per il prossimo turno si giocherà anche per le Marche. Chiamati in campo anche i tifosi che potranno aderire alla campagna di responsabilità sociale della Lega B, #ForzaMarche, dedicata ai territori e alle popolazioni delle Marche colpiti dalla violenta alluvione di metà settembre. L’LNPB trasformerà gli stadi in luoghi in cui sfruttare al meglio l’iniziativa, attraverso suggestive sideline, messaggi dei relatori nel pre-partita e durante l’intervallo e con contenuti sui social e sui siti web. Tutto questo per dare la massima visibilità per aiutare chi è coinvolto nel disastro ambientale.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button