Notizie Italia

Torna l’ora solare: lancette indietro di 60 minuti, effetti su sonno e umore

L’ora solare ritorna alla fine del mese. Nella notte tra sabato 29 e domenica 30 ottobre sarà necessario riportare indietro le lancette di un’ora alle ore 3. Dormirai un’ora in più ma soprattutto la sera farà buio presto e al mattino farà luce prima.

Finché l’ora solare è in vigore

L’ora solare resterà in vigore fino alla fine di marzo del prossimo anno, ovvero fino alla notte tra sabato 25 e domenica 26 marzo 2021. In quell’occasione, con l’arrivo della primavera, tornerà l’ora legale e le lancette dovranno essere andato avanti.

Perché passare dall’ora invernale a quella estiva

In Italia l’ora legale è in vigore dal 1966, ma in realtà non era la prima volta poiché era già stato utilizzato nel 1916 per poi essere abolito e riconfermato più volte. Si pensava che una legge specifica tagliasse la testa al toro nel 1965 per combattere lo spreco di energia. Secondo gli storici, l’idea di muovere le lancette in avanti quando arriva la primavera in modo da sfruttare un’ora in più di sole appartiene al biologo George Vernon Hudson. E nel 1916 la Camera dei Comuni del Regno Unito approvò il British Summer Time, che prevedeva il movimento delle lancette in avanti per tutto il periodo estivo. Successivamente, molti altri paesi hanno fatto la stessa cosa e ne hanno scoperto i vantaggi.

Cambio di tempo, effetti sul sonno e sull’umore

Diversi studi hanno dimostrato che alcune persone possono svegliarsi sempre alla stessa ora, alcuni possono lamentare disturbi come insonnia, sonno interrotto e difficoltà ad addormentarsi. All’inizio c’è il cambio di orario, che avrà ripercussioni sulla concentrazione mentre altri potrebbero avere più difficoltà ad adattarsi al nuovo ritmo. Di conseguenza ciò aumenterebbe lo stress. Tuttavia, il disagio è di breve durata e lieve.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button