Notizie Italia

Sicindustria: «Per il piano rifiuti in Sicilia la strada maestra è il riuso»

«Non un vecchio piano rifiuti, ma un piano industriale di economia circolare. Questa è l’unica strada da percorrere se si vuole che la Sicilia esca da un’emergenza rifiuti ormai endemica». Così Gero La Rocca, Delegato Ambiente di Sicindustria.

«Per l’autosufficienza del sistema regionale dei rifiuti – continua La Rocca – vanno considerate tutte le opzioni, compresa quella di trasformare gli scarti di produzione degli impianti di riciclo in Css, ossia combustibili solidi secondari, anche di alta qualità, utilizzabili in coincenerimento in cementifici o centrali termoelettriche sostituendo parte del molto più inquinante carbone.Ad oggi, infatti, le uniche destinazioni per i rifiuti non riciclabili sono le discariche in Sicilia.Le discariche, quelle operative, sempre più vicine alla saturazione e, per questo sempre meno disposti a ricevere gli ancora grandi flussi di indifferenziato».

«La strada principale – conclude La Rocca – è sempre il riutilizzo, la riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata. Ma un recupero energetico sensato, non delegato esclusivamente alla termovalorizzazione in senso stretto, resta un’opportunità concreta, che da un lato creerebbe soluzioni alternative e sostenibili all’emergenza rifiuti, e dall’altro metterebbe in moto investimenti pubblici e privati ​​con ricadute positive in termini di crescita e occupazione”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button