Notizie Italia

Sicilia prima regione per aumento delle esportazioni

Volano le esportazioni verso la Sicilia, che è al primo posto tra le regioni italiane davanti a Marche e Sardegna in percentuale di aumento rispetto al secondo trimestre 2021. La movimentazione ammonta a poco più di 8 miliardi a fronte di circa 4 miliardi e mezzo di l’ultimo anno con un balzo in avanti del 78,02%. L’analisi di Unioncamere Sicilia indica che l’export, settore da sempre strategico per l’economia isolana, ha davvero dato slancio nonostante l’emergenza sanitaria legata al Covid non sia ancora cessata e nonostante la guerra in Ucraina.

«Tutte le regioni italiane registrano dati confortanti e positivi ma quella siciliana è davvero strepitosa, perché significa che nonostante tutto le nostre aziende ei nostri prodotti tirano ancora molto all’estero – afferma Pino Pace, presidente di Unioncamere Sicilia -. I dati ci mostrano che mentre la media italiana dell’export è +22,5%, noi siamo oltre il 72%. Sappiamo bene che le esportazioni sono fondamentali per l’economia dell’isola, con i nostri prodotti che godono sempre di grande fiducia internazionale. Prendiamo atto di tutto questo mentre la guerra in Ucraina persiste e continua a preoccuparci – continua Pace – ma io sono più preoccupato per le bollette costose, il caro carburante e la vita cara in generale, abbiamo molte aziende a rischio e in questo senso abbiamo serve un forte intervento del governo nazionale”. Di seguito le percentuali relative ai dati riferiti ai settori merceologici con la percentuale rispetto allo stesso periodo del 2021: coke e prodotti raffinati 5 miliardi 278.054.013 (+ 127,84%); chimica e chimica 574 milioni 724.726 (+ 39,85%); alimentari, bevande e tabacco 562 milioni 505.391 (+ 47,49%); computer e apparecchiature elettroniche e ottiche 441 milioni 079.646 (+ 47,78%); articoli in gomma e materie plastiche 173 milioni 391.691 (+ 19,26 %); elettrodomestici 152 milioni 633.123 (+ 21,89%). Praticamente stabili i prodotti agricoli, animali e venatori (-0,43%). In calo gli articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici -17,04% e anche meta di base ls e prodotti in metallo, escluse macchine e impianti – 8,58%.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button