Notizie Italia

Severodonetsk, aperto il corridoio umanitario per evacuare i civili dell’impianto Azot

La guerra in Ucraina: ecco gli eventi di oggi.

7.55 È aperto il corridoio umanitario istituito dalle forze russe e dai separatisti dell’Ucraina orientale per evacuare i civili asserragliati nell’impianto chimico di Azot a Severodonetsk. Lo ha annunciato il rappresentante ufficiale delle milizie dell’autoproclamata Repubblica popolare di Lugansk, Andrei Marochko, come riportato dall’emittente russa Russia Today.

7.49 Il presidente della Duma di Stato – la camera bassa del parlamento russo – Vyacheslav Volodin, si è espresso a favore del mantenimento della pena di morte per i combattenti stranieri, due britannici e uno marocchino, condannati dalla giustizia dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk , nel Donbass. “La pena di morte è la punizione che meritano questi fascisti”, ha detto sul suo canale Telegram. Volodin ha riferito che, la scorsa settimana, una delegazione del “Parlamento” di Donetsk era in visita ufficiale alla Duma di Stato dove si è discusso dell’armonizzazione delle leggi dei due stati (Mosca ha riconosciuto le due repubbliche separatiste dell’Ucraina orientale, a febbraio, pochi giorni prima dell’invasione). Secondo Volodin, c’è una regola nella Repubblica di Donetsk che “sarebbe giusto mantenere” e particolarmente importante in tempo di guerra: la pena di morte. “Ogni giorno assistiamo ai crimini contro l’umanità commessi dal regime neonazista a Kiev, bombardando zone residenziali, ospedali, reparti di maternità, asili, scuole”, scrive Volodin, “muoiono gli anziani, le donne e i bambini”. “Chiunque dia l’ordine di sparare ai civili e di giustiziarli deve capire che sta commettendo un reato e che la pena sarà la più severa. La pena di morte è la punizione che meritano questi fascisti”, ha concluso il capo della Duma.

7.11 Quattro civili sono stati uccisi nel bombardamento russo che ha colpito durante la notte la città di Apostolove nella regione di Dnipropetrovsk, nell’Ucraina orientale. «Apostolove è stato colpito dal fuoco nemico. Quattro persone sono rimaste uccise”, ha scritto il sindaco Andriy Osa su Telegram, riportato da Ukrinform, avvertendo gli abitanti di non toccare gli oggetti metallici lasciati a terra dopo le esplosioni. Durante la notte, attacchi russi hanno colpito anche i distretti di Kryvyi Rih nella stessa regione e Synelnykove.

1.05 La guerra in Ucraina ha raggiunto una fase cruciale che potrebbe determinare l’esito a lungo termine del conflitto. È quanto hanno riportato più fonti vicine all’intelligence statunitense e occidentale, secondo la CNN, che sottolinea anche come questo momento cruciale potrebbe costringere i governi occidentali a prendere una decisione difficile, che finora hanno offerto supporto all’Ucraina a costi sempre elevati. superiore per le loro economie e le scorte nazionali di armi. Secondo un alto funzionario della difesa statunitense, il segretario alla Difesa Lloyd Austin sarebbe pronto a guidare un gruppo di lavoro di quasi 50 paesi per discutere della crisi. “Penso che stiamo per arrivare al punto in cui una parte o l’altra avrà successo”, ha affermato un alto funzionario della NATO. “O i russi raggiungeranno Slovyansk e Kramatorsk o gli ucraini li fermeranno qui”. E se gli ucraini riusciranno a tenere la linea qui, di fronte a questo numero di forze, sarà importante».

0,51 Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha ribadito che il Paese non dispone di una quantità sufficiente di moderni sistemi antimissilistici e che il rinvio della loro consegna non può essere giustificato. In un video Zelensky ha rinnovato l’appello ai partner dell’Ucraina per fornire moderne armi antimissilistiche e ha affermato che questa settimana ci saranno molti colloqui importanti con politici non solo europei che sono in grado di fornire a Kiev un moderno sistema antimissilistico. “Anche se ci sono sempre meno missili moderni in Russia ogni giorno, l’Ucraina ha bisogno di tali sistemi. Perché la Russia ha ancora abbastanza missili di tipo sovietico, che sono ancora più pericolosi. Sono molto meno precisi e quindi molto più pericolosi per obiettivi civili e normali edifici residenziali “, ha affermato Zelensky.

0.02 L’Ucraina ha bisogno di “armi più pesanti”. Lo ha affermato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in visita nei Paesi Bassi. Stasera Stoltenberg ha partecipato a una cena di lavoro ospitata dal Primo Ministro olandese, Mark Rutte, e dal Primo Ministro danese, Mette Frederiksen, al Catshuis dell’Aia. Stoltenberg è intervenuto in una conferenza stampa all’Aia dopo aver incontrato i leader di sette membri europei dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico alla vigilia di un importante vertice. La NATO ha iniziato a “intensificare” le forniture di armi a Kiev, ha aggiunto, osservando che gli ucraini “dipendono assolutamente da (queste forniture) per affrontare la brutale aggressione della Russia”. Il gruppo di contatto sull’Ucraina si incontrerà mercoledì a Bruxelles con il segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin per discutere se accelerare le consegne di armi a margine di una riunione ministeriale della NATO nella capitale belga. L’Ucraina ha chiesto ripetutamente all’Occidente di fornire armi e attrezzature militari più avanzate per far fronte all’invasione russa e ha criticato alcuni paesi europei per il loro ritardo. Alla vigilia del vertice, il primo ministro olandese Mark Rutte e il suo omologo danese Mette Frederiksen hanno ricevuto Stoltenberg e diversi leader europei, tra cui il capo del governo polacco Mateusz Morawiecki, il cui Paese confina con l’Ucraina. “Non abbiamo fatto abbastanza per difendere l’Ucraina, per sostenere il popolo ucraino, la sua libertà e la sua sovranità”, ha detto Morawiecki nella stessa conferenza stampa di Stoltenberg. “Ecco perché vi esorto a fare molto di più per consegnare armi e artiglieria all’Ucraina. Ne hanno bisogno per difendere il loro Paese”, ha detto, affermando che i Paesi occidentali rovinerebbero la loro “credibilità” se l’Ucraina perdesse contro la Russia. “Sarebbe un fallimento totale e un disastro per l’Unione Europea, per i nostri valori e per Nato”, ha detto.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button