Notizie Italia

Schiarita nel Pd in Sicilia, Chinnici in sella: passo indietro di Giuseppe Lupo

Poco meno di ventiquattro, lunghissime ore di riflessione, poi, ieri pomeriggio, l’annuncio: nonostante l’inversione di tendenza del M5s dal campo progressista siciliano, resta in sella nella corsa alle elezioni regionali Caterina Chinnici, capofila di quella Resti di colazione di centrosinistra, ridimensionati al binomio Pd e Cento Passi. Una scelta avvalorata sulla base della combinazione di due fattori, maturati anche ieri, tra la rinnovata fiducia da parte del Pd e l’epilogo del dramma “impresentabile”, tutti favorevoli agli auspici dell’eurodeputato, visto che , dopo Angelo Villari e Luigi Bosco, anche il terzo esponente Dem non gradito nella lista elettorale da Chinnici perché indagato dalla magistratura, ovvero Giuseppe Lupo, rinunciò alla sua candidatura all’ARS. Ma il vento ha effettivamente cominciato a girare intorno alla mezzanotte di lunedì scorso, al termine del primo, incandescente atto del raduno del Pd, messo in scena dopo quattro rinvii consecutivi per fare il punto sul terremoto innescato dal grillino stappato, sui nomi da presentare ai le regionali e, soprattutto, sul nodo Chinnici, ascoltando le voci (molto più che deboli voci) che spingevano su Claudio Fava come nuovo candidato a Palazzo d’Orleans. Ampi servizi sul Giornale di Sicilia ora in edicola

© Tutti i diritti riservati

Scopri di più inedizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola.
Per leggere tutto, acquista il giornale o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

Related Articles

Back to top button