Notizie Italia

San Cataldo, la rapina all’amico con mille euro: si costituisce il complice

Il 39enne Michele Amico, accusato insieme al 52enne Giovanni Piazza di rapina aggravata in concorso e lesioni, è stato costituito ieri pomeriggio al carcere Malaspina di Caltanissetta. I due avrebbero picchiato e derubato un amico, anche lui di San Cataldo, la sera del primo settembre.

San Cataldo vede mille euro nel portafoglio di un amico: lo picchia e lo deruba con un complice

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i due indagati avevano offerto da bere alla vittima in un bar di San Cataldo e quest’ultimo, nel tentativo di pagare, aveva aperto il portafogli che conteneva quasi mille euro. Una volta usciti dal bar, i tre si sono trasferiti a Canicattì per andare a bere qualcosa. Ma, sempre secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, a un certo punto, giunti nel quartiere Favarella, nei pressi dell’ex bowling, Piazza e Amico avrebbero fermato l’auto per rapinare il proprio amico.

Sarebbe stato Michele Amico a quel punto a prendere una mazza dal baule, iniziando a picchiare alla testa la vittima, mentre l’altro si sarebbe preso il portafogli con quasi mille euro. Entrambi gli avrebbero anche preso a pugni. A quel punto avrebbero caricato di nuovo l’amico in macchina per lasciarlo in strada a San Cataldo. Il denaro era stato appena ritirato dalla vittima per accompagnare il figlio che ha una grave disabilità.

Il 52enne Giovanni Piazza era già stato arrestato e portato ai domiciliari con l’obbligo del braccialetto elettronico, su ordine del gip Santi Bologna, mentre il 39enne, per il quale era stato condannato, è stato mandato in carcere ieri pomeriggio, 20 settembre.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button