News

Salvini a Palermo: “Musumeci? Per le Regionali il centrodestra trovi una candidatura unitaria”

Ha rischiato di non superare il 5%, ma la Lega ha conquistato tre seggi in Consiglio comunale di Palermo e si prepara a entrare nella nuova squadra di governo della città. Un risultato che il leader leghista Matteo Salvini ha sottolineato durante il suo incontro a Palermo con il nuovo sindaco Roberto Lagalla: “Sono felice ed emozionato, perché mai nella storia d’Italia la Lega ha governato Palermo e Messina. Ringrazio l’Italia per la fiducia data a Prima, dopo la polemica di una campagna elettorale di un brutto e cattivo non fatta sulla città ma su altro, questo sole è di buon auspicio e inizia un viaggio. Siamo qui per ringraziare Roberto Lagalla. Salutiamo senza tanti rimpianti Leoluca Orlando e la sua squadra, e iniziamo a lavorare”, ha detto Salvini parlando ai giornalisti.

Poi ha annunciato che l’operazione “Italia first” per le amministrative sarà ripetuta per le regionali autunnali in Sicilia.
«Siamo partiti da zero con Prima Italia, siamo venuti a dare un contributo per la vittoria di Palermo e Messina, eleggendo sei dirigenti – racconta -. A Catanzaro con le due liste leghiste siamo arrivati ​​al 13%: per un movimento iniziato con zero soldi, con una campagna elettorale svolta a mani nude, in pochi mesi raccogliere 10mila consensi da Palermo e gestire questa splendida città, la più importante per votare, è motivo di grande orgoglio. l’esperimento poi di Prima Italia in grande stile coinvolgendo altri soggetti, forze civiche e politiche nei prossimi regionali».

Ma ora il centrodestra dovrà lavorare per trovare un candidato unificato. «Per quanto mi riguarda sceglieranno siciliani. Da me, da Milano, da Roma o da altre città non verranno imposizioni dall’alto. Mi auguro che il centrodestra siciliano trovi una candidatura unitaria che concordi tutti, perché uniti si vince”. Nello Musumeci sarà il candidato? “Non faccio nomi e cognomi. Dobbiamo trovare qualcuno che si unisca”.

Salvini ha aggiunto: “Dove il centrodestra unito vince a mani basse ovunque: dal Palermo al Genova. Dove è diviso come a Verona, Parma o Catanzaro non vince. Quindi l’importante è trovare un candidato che soddisfi tutti”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button