Notizie Italia

Rischio alluvioni in Sicilia, 12 milioni per lavori in dieci corsi d’acqua

Dieci interventi urgenti per un valore di oltre 12 milioni di euro su altrettanti corsi d’acqua volti alla riduzione del rischio idrogeologico. Sono quelli finanziati dal governo Musumeci durante l’ultima seduta del consiglio. I corsi d’acqua oggetto di interventi di manutenzione sono stati individuati dagli uffici dell’Autorità di Bacino della Regione Siciliana, istituita quattro anni fa e diretta da Leonardo Santoro. Si tratta di interventi inseriti nel «Piano di Azione e Coesione 2014/2020».

La giunta, oltre a dare il via libera a questo primo elenco di cantieri per i quali partirà subito l’attività di progettazione, ha approvato anche un ulteriore elenco di 14 opere urgenti su altrettanti corsi d’acqua dell’isola per 14,3 milioni di euro. I primi dieci cantieri, sui quali l’Autorità di Bacino avvierà, nel più breve tempo possibile, le procedure necessarie per l’esecuzione dei piani esecutivi, riguardano: fiume Torto e il Torrente Barratina (3,7 milioni di euro) nel palermitano; vari corsi d’acqua (678 mila euro) nel territorio di Erice, nel trapanese; il Canale Mollarella e due affluenti (463 mila euro), nell’agrigentino; il fiume Dittaino e il Torrente Calderari Valguarnera (3,2 milioni), nell’ennese; i flussi Montagnareale (929 mila euro), Idria (279 mila euro) e Rosmarino (232 mila euro) nel messinese; il “Rischio” (744 mila euro), nel siracusano; il “saraceno” (892 mila euro), nel catanese; il “Cava Sulla” e “Cava Scardina” (804mila euro) a Ispica, nel ragusano.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button