Notizie Italia

Rifiuti fuori regione, Trizzino del M5S: “50 milioni per i Comuni, ma solo ai virtuosi della differenziata”

Cinquanta milioni per aiutare i comuni costretti a spedire fuori regione i rifiuti indifferenziati non riciclabili o per lo smaltimento in discarica. Ma non sotto la pioggia, «per perdersi nel mare di domande che, ne siamo certi, arriveranno; piuttosto, attraverso l’istituzione di un ‘Fondo per la raccolta indifferenziata’ istituito presso l’Assessorato Regionale ai Rifiuti con una logica di sana remunerazione che al tempo stesso favorisca l’incremento di pratiche virtuose, a partire dalla raccolta differenziata”.

Questo in sintesi, nelle parole di Giampiero Trizzino, deputato regionale del Movimento 5 Stelle e membro della Commissione Ambiente Ars, il contenuto dell’emendamento al disegno di legge sulle modifiche di bilancio approvate questa mattina dalla stessa commissione, di cui Trizzino è il primo firmatario, insieme a Stefania Campo, Stefano Zito, Giovanni Di Caro del Gruppo M5s e Valentina Palmeri dei Verdi.

“Dalle parole (peraltro tardive) del governo Musumeci, ai fatti (peraltro da noi prontamente annunciati oltre un mese fa) sulla necessità di sostenere gli enti locali in piena emergenza rifiuti. Una soluzione – aggiunge Trizzino – che di certo non ci fa sussultare di gioia, ma a questo punto è indispensabile e non si può rimandare”.

Secondo l’emendamento, ora previsto in aula, le risorse sarebbero assegnate ai Comuni che al momento della domanda di pagamento hanno raggiunto una percentuale di differenziata non inferiore al 65%, e nella misura del 50% del spese da sostenere. per spedizione o conferimento; percentuale ridotta al 30% se la raccolta differenziata dovesse essere compresa tra il 40% e il 65%.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button