Notizie Italia

Primarie del centrosinistra in Sicilia, a mezzogiorno al voto il 34% degli iscritti

Sono 13.793 i siciliani che, fino a mezzogiorno, hanno votato le primarie del settore progressista per la scelta del candidato alla presidenza della Regione Siciliana. Significa che il 34% dei 43.020 abbonati totali ha già espresso la propria preferenza.

I “seggi elettorali” sono stati aperti alle 8 del mattino e si può votare online fino alle 22 ma è prevista la votazione anche in 32 gazebo sparsi in vari comuni e nei capoluoghi dell’isola. In lizza Caterina Chinnici del Pd, Claudio Fava dei Centopassi, Barbara Floridia del M5s.

Nonostante la caduta del governo Draghi e il voto anticipato abbia fatto scricchiolare i rapporti con il movimento Conte a Roma, il segretario dei Democratici, Enrico Letta, aveva detto: “I siciliani decideranno alle primarie, io sono molto rispettoso”. Il sottosegretario Floridia ha anche affermato che la situazione a Roma non intacca “il percorso democratico che abbiamo intrapreso in Sicilia per la scelta del candidato alla presidenza della Regione Siciliana per il campo progressista. Il nostro obiettivo è prendere le distanze dall’isola dai fallimenti del governo Musumeci.”.

Mentre un altro candidato, Claudio Fava, ha precisato: “Per quanto mi riguarda le primarie stanno andando avanti, ma mi chiedo con quale spirito di lealtà il partito di Conte potrà lavorare al servizio di questa coalizione. E soprattutto, Chissà se saranno primarie senza Papi stranieri, né stranieri venuti in soccorso dal centrodestra. Dei due, uno: o si lavora insieme, uniti, per il cambiamento o si governa con Raffaele Lombardo”.

video di Marcella Chirchio

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button