Notizie Italia

Porto Empedocle, pescivendolo si finge curatore fallimentare e sparisce coi soldi: a giudizio

Un pescivendolo si finge curatore fallimentare e dipendente del tribunale di Genova e contatta potenziali acquirenti ai quali può offrire acquisti di automobili, elettrodomestici e oggetti di ogni genere a prezzi estremamente vantaggiosi. Infine, dopo aver incassato gli assegni, scompare con in tasca decine di migliaia di euro. Finisce a processo con l’accusa di truffa il quarantenne Cristian Sgrò, di Porto Empedocle, che ha alle spalle una precedente condanna per fatti simili. La Procura della Repubblica ha disposto la citazione in giudizio.

Sgrò, che ha nominato difensore l’avvocato Monica Malogioglio, risponde a due episodi di presunte truffe commesse tra il 2019 e lo scorso anno. In entrambi i casi avrebbe contattato le vittime prescelte su messenger e avrebbe proposto – spacciandosi per dipendente della sezione fallimentare del tribunale di Genova o curatore fallimentare – la vendita a prezzi stracciati di Jeep Compass, Fiat 500, Peugeot 3008, Folletto aspirapolvere , ferro e televisori . Nel primo caso avrebbe ottenuto il pagamento, tramite tre bonifici da 3.800 euro. Nella seconda di 14.300 tramite assegni.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button