Notizie Italia

Pausa pranzo, Leone svela l’arte dei siciliani di cibarsi con voluttà

“Break Lunch” è il titolo del nuovo libro fotografico di Giuseppe Leone. Volume edito da “Plumelia Editore” (pag. 185, euro 40). “Protagonista del libro è la storia, il cibo è un pretesto”, recita il testo di accompagnamento di Concepts Prestifilippo. Una magnifica storia per immagini che il fotografo ragusano ha dedicato alla tradizione mediterranea dell’attrezzatura, i dischi di uomini e donne riuniti in cerchio nell’atto del racconto. Un susseguirsi di mense aristocratiche e umili focolari. Pause pranzo. In verità, pretesti per la più indispensabile delle cose inutili: la narrazione. A parlare di sé sono artisti, poeti, nobili, artigiani e operai. Il cibo tesse pagine meravigliose della letteratura siciliana. Le pagine del volume ospitano i ritratti dei grandi interpreti della cultura del Novecento: Vincenzo Consolo, Leonardo Sciascia, Gesualdo Bufalino, Enzo ed Elvira Sellerio, Piero Guccione, Sonia Alvarez, Dacia Maraini. Il tutto immortalato nell’atto del rito del pranzo. In verità, tutti raffigurati nell’atto di raccontare. Sussurrano al commensale accanto a loro, rifiutano messaggi ai passanti, ascoltano rapiti. “I siciliani scrivono per non lavorare”, ha sottolineato ironicamente l’editore Valentino Bompiani. Sfogliando le pagine di questo libro c’è da aggiungere che, oltre a scrivere mirabilmente, lo fanno durante interminabili pranzi.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button