Notizie Italia

Parlamento light, anche in Sicilia meno deputati e senatori eletti: i nuovi collegi

Con la riforma costituzionale varata a settembre 2020 i seggi alla Camera si riducono da 630 a 400, mentre quelli al Senato passano da 315 a 200. Un Parlamento leggero rispetto a quello attuale e che avrà ripercussioni anche sugli eletti in Sicilia. L’attuale sistema elettorale, il cosiddetto Rosatellum, è infatti un sistema misto, in cui i seggi sono assegnati in parte nei collegi uninominali di maggioranza, e in parte con il metodo proporzionale nei collegi plurinominali. La Sicilia passa da 77 a 48 tra deputati e senatori e nello specifico 32 saranno eletti alla Camera in Sicilia (29 a meno di un’ora) e 16 al Senato (oggi sono 25).

La rottura

Per entrambe le Camere il 37 per cento dei seggi (147 alla Camera e 74 al Senato) è assegnato a maggioranza unica, in altrettanti collegi uninominali: in ogni collegio il candidato più votato è eletti, secondo il sistema detto “secco uninominale”. Il 61 per cento dei seggi (253 alla Camera e 122 al Senato) sono invece ripartiti proporzionalmente tra le coalizioni e le singole liste che hanno superato le soglie nazionali: 3 per cento per le singole liste, 10 per cento per le coalizioni. Per questi ultimi, invece, non vengono conteggiati i voti dei partiti che non hanno raggiunto almeno l’1 per cento. Infine, il 2 per cento dei seggi (otto deputati e quattro senatori) è destinato al voto degli italiani residenti all’estero e viene assegnato con un sistema proporzionale che prevede il voto di preferenza.

Sicilia, due circoscrizioni alla Camera

La Sicilia ha due circoscrizioni: la prima con 24 seggi, di cui nove uninominali e 15 proporzionali, e la seconda con 12 seggi, divisi in cinque uninominali e sette proporzionali. I due distretti della Sicilia hanno sei seggi uninominali, ma il primo ha nove seggi proporzionali mentre il secondo ne ha 11.

Sicilia 1, solo 15 seggi in tutto

Il territorio del comprensorio coincide con le province di Agrigento, Palermo, Trapani e Caltanissetta, quest’ultima ad eccezione del comune di Niscemi per un totale di 170 comuni e una popolazione di 2 365 463 abitanti. Al collegio Sicilia 1 sono assegnati 15 seggi, di cui 6 assegnati a collegi uninominali. Nella prima circoscrizione sono presenti 6 circoscrizioni uninominali: Palermo-Ustica (16 circoscrizioni del capoluogo); Palermo-Monreale (Resuttana-San Lorenzo-Mezzomonreale) oltre a 21 comuni ad est, Bagheria con i restanti 59 comuni a Palermo. Poi c’è Gela: 21 comuni nel nisseno, escluso Niscemi e 7 nell’agrigentino; Agrigento con i restanti 36 comuni della provincia, Lampedusa e Linosa.

Sicilia 2, solo 6 collegi uninominali

Il territorio del circondario coincide con le province di Catania, Enna, Messina, Ragusa e Siracusa insieme al comune di Niscemi nella sola provincia di Caltanissetta per un totale di 220 comuni e una popolazione di 2.637.441 abitanti. Al collegio Sicilia 2 sono assegnati 17 seggi, di cui 6 assegnati a collegi uninominali. Un deputato a testa per Ragusa con l’intera provincia e 15 comuni di Calatino, a sud della città metropolitana di Catania; Catania e 8 centro dell’entroterra; Acireale e 35 comuni del catanese. Poi c’è il collegio di Siracusa; Barcellona Pozzo di Gotto che è interprovinciale e si estende dalla parte occidentale di Messina con 60 comuni e l’intera provincia di Enna; infine Messina che abbraccia l’intera provincia comprese le Isole Eolie.

Sicilia, un collegio elettorale al Senato

Quanto al Senato, ogni Regione ha un unico collegio. La Sicilia ha 16 seggi divisi in sei uninominali e 10 proporzionali. I territori sono: Palermo (capoluogo, 11 comuni limitrofi lungo la costa orientale e Ustica); Marsala (compreso il resto delle isole Palermo e Trapani); Gela (tra cui Agrigento e Caltanissetta); Catania; Siracusa (tutti i comuni oltre a quello di Ragusa con 15 centri in Calatino più Niscemi: Messina (tutti i comuni ed anche la provincia di Enna). La parte proporzionale dei seggi è da attribuire alle liste nel plurinominale. La macro siciliana i collegi sono due, con 5 seggi ciascuno, e coincidono con i confini delle province: il primo è Palermo, Agrigento, Caltanissetta e Trapani; il secondo Catania, Messina, Siracusa, Ragusa ed Enna.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button