Notizie Italia

Palermo senza Garante dei detenuti, Gazziano (Dc): «Occorre riesaminare il bando»

Il direttore regionale della Dc, Eleonora Gazzianoil capo regionale dei Diritti Umani con delega degli articoli 3 e 27, considerato l’ennesimo lavoro incompiuto durante l’amministrazione Orlando relativo alla nomina del Garante dei diritti dei cittadini detenuti, ha chiesto un incontro con l’assessore Tirrito e tutti i politici che hanno iniziata e condotta la battaglia per la nomina del garante comunale dei diritti dei cittadini detenuti.

La delegazione è composta oltre che dal Gazziano, anche di Gaetano D’Amico (presidente del comitato esistono diritti); Donatella Corleo (Partito Radicale e Nessuno tocchi Caino); Pino Apprendi (Antigone).

“Dopo diverse discussioni con i miei compagni di lotta politica, siamo giunti alla conclusione che prima di procedere alla nomina del Garante è necessaria una revisione del bando per presentare al sindaco Roberto Lagalla la migliore lista di nomi per la tutela dei cittadini e dei cittadini detenuti”, dichiara Eleonora Gazziano.

«Viste le gravi condizioni delle carceri – soprattutto sanitarie -, la scelta va fatta insieme al sindaco di Palermo e all’assessore Antonella Tirrito, ma non prima di aver condotto un’analisi approfondita e supportata con competenza da tutte quelle figure che sanno bene gli istituti penitenziari», conclude Gazziano.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button