Notizie Italia

Palermo-Messina, aperta la prima carreggiata del viadotto Ritiro

Alle 12.30 di questa mattina, il traffico dell’autostrada A20, in direzione Palermo, ha iniziato a defluire lungo la nuova carreggiata lato mare del viadotto Ritiro, a Messina. Sul posto erano presenti l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, i vertici del Consorzio Autostrade Siciliane ei tecnici dell’impresa appaltatrice, Toto Costruzioni Generali. La prima delle due rampe del Ritiro, dopo essere stata demolita e completamente ricostruita ad un’altezza di oltre 60 metri, è nuovamente fruibile e al servizio di tutta la Sicilia orientale.

«Come previsto – dichiara l’assessore Falcone – oggi abbiamo consegnato e aperto al traffico la prima carreggiata del grande viadotto del Ritiro. Per tutto questo lavoro era destinato a un calvario senza via d’uscita, con notevoli disagi per l’area metropolitana di Messina e tutta la Sicilia orientale. Avevamo trovato lavori bloccati da anni. Poiché, però, abbiamo posto anche questo maxi cantiere sotto la costante supervisione del governo Musumeci, i lavori hanno preso una direzione virtuosa, riuscendo a superare le difficoltà pandemiche, le complessità burocratiche e tecniche e, infine, anche i costosi materiali. Il TAS, a cui va il nostro apprezzamento, è riuscito anche a sopportare una notevole esposizione finanziaria per arrivare oggi a questo primo miglioramento della redditività. Abbiamo già superato il 92 per cento del lavoro previsto, chi si troverà a passare per il ritiro avrà una chiara percezione. Procedono intanto i lavori di costruzione della carreggiata lato montagna, già completamente assemblata sui tralicci ad oltre 60 metri di altezza. Ad agosto sarà completata anche la tangenziale nei pressi del traforo del Baglio. L’obiettivo che intendiamo rispettare è completare a novembre il nuovo viadotto Ritiro».

L’opera, del valore complessivo di oltre 60 milioni di euro, prevede l’adeguamento statico e il miglioramento sismico del viadotto Ritiro, con la completa demolizione e ricostruzione degli impalcati di questo strategico nodo stradale tra le autostrade siciliane A18 e A20. La nuova carreggiata, dopo i test positivi dei giorni scorsi, sostituisce definitivamente i 950 metri della vecchia struttura. Al termine dei lavori, il viadotto sarà costituito da due carreggiate distinte, strutturalmente indipendenti, lunghe rispettivamente 924,10 metri con 22 campate (carreggiata di destra in direzione Palermo, oggi aperta) e 866,77 metri e 20 campate (carreggiata di sinistra). La campata delle campate varia da 35 a 45 metri, con i pali che raggiungono un’altezza di 63 metri.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button