Notizie Italia

«Morì a causa di un batterio», dirigenti dell’ospedale di Agrigento a giudizio

Sotto processo con l’accusa di omicidio colposo per aver causato la morte di un paziente a causa di un batterio contratto in ospedale. Il gip del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, respinse l’istanza di deposito proposta dalla Procura della Repubblica e ordinò l’incriminazione coatta del direttore sanitario dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, Antonello Seminerio e dell’allora capo della Medicina Giuseppe D’Anna. Lo scrive Gerlando Cardinale sul Giornale di Sicilia in edicola oggi.

Carmelo Cimino, 81 anni, si è recato al pronto soccorso con il figlio il 2 settembre 2015, perché l’anziano aveva accusato gravi patologie pregresse, tra cui malattie cardiache e gli esiti di un infarto miocardico acuto. Suo figlio lo aveva portato in ospedale perché confuso e disorientato. Carmelo Cimino è stato trasferito a Medicina, ma le sue condizioni continuano a peggiorare. Il 19 settembre è stato inserito un sondino nasogastrico per permettergli di alimentarsi. Nei giorni successivi l’ulteriore peggioramento: la TC del torace mostra un’infezione germinale in corso. Il paziente è deceduto il 22 ottobre.

© Tutti i diritti riservati

Scopri di più inedizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola.
Per leggere tutto, acquista il giornale o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button