Notizie Italia

Migranti, Bartolo: l’Europa intervenga non solo a Lampedusa

«Serve una nave o un aliscafo su base fissa, oltre al traghetto Pietro Novelli, appositamente noleggiato dal ministero dell’Interno, a Lampedusa e all’arrivo dei migranti, trasferiscili subito. Perché raggiungere 2.000 persone nell’hotspot e poi risolvere il problema? In ogni caso lo risolviamo lo stesso, quindi con un giusto coordinamento trasferiamo chi arriva senza farlo stare a Lampedusa per 3 o 4 giorni in condizioni disumane». L’eurodeputato Pietro Bartolo, nel Giorno del Gratitudine, lancia l’idea di un ulteriore, e in via permanente, collegamento per velocizzare i trasferimenti dei migranti in arrivo a Lampedusa. «Il carico del flusso di migranti e la gestione umanitaria di chi arriva non deve restare solo sulle spalle della Sicilia – ha aggiunto anche in merito all’opposizione, registrata a Salerno, allo sbarco dei migranti, contagiati dal Covid, soccorsi dall’Ocean Vicking -. È l’Europa che deve dare le risposte, non solo Sicilia e Lampedusa. Solo l’Europa può dire se vogliamo accoglierli o farli morire in mare, se vogliamo o meno stringere accordi con paesi terzi. L’Europa è stata capace di accogliere gli ucraini e poi ha problemi per qualche migliaio di nordafricani. Questo è inaccettabile. L’Europa che ha accolto 5 milioni di ucraini deve accettare anche migliaia di afgani, pakistani, oltre che migranti economici o climatici”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button