Notizie Italia

Mafia, politica e droga nell’Agrigentino: 10 condanne e 8 assoluzioni

Dieci condanne e otto assoluzioni: il gup del tribunale di Palermo, Stefania Brambilla, ha emesso la sentenza del processo derivante dalla maxi operazione antimafia “Oro Bianco”, che ha fatto luce sul cosiddetto “paracco”, ovvero il famiglia mafiosa alternativa a Cosa Nostra e alla Stidda. Il nuovo clan, secondo l’accusa, sarebbe stato costituito dal 60enne Rosario Pace di Palma di Montechiaro, appartenente alla storica famiglia: la condanna a suo carico – 16 anni – è una delle più alte. L’inchiesta ha anche sventato un grosso traffico di cocaina.

Mafia di Palma, dalla vicenda del pentito emerge il gruppo criminale Paracco

Nel blitz, compiuto dai carabinieri all’alba del 13 gennaio scorso, è finito in carcere anche il consigliere comunale di Palma di Montechiaro, Salvatore Montalto, 52 anni, arrestato con l’accusa di associazione mafiosa e si è dimesso il giorno dopo l’arresto. Il giudice gli ha inflitto 12 anni di reclusione, ovvero 2 in più di quanto aveva chiesto il pm della Dda Pierangelo Padova.
L’ex consigliere, tra l’altro, è stato ritenuto colpevole di aver messo a disposizione del clan su cui era impiegato i servizi bancari di Unicredit. Le intercettazioni hanno mostrato la fibrillazione del clan durante la campagna elettorale e in occasione del conteggio.

Ecco le altre condanne, tra parentesi le richieste del pm: Gioacchino Rosario Barragato, 60 anni, di Palma: 12 anni (14 anni); Francesco Bonsignore, 55 anni, di Palma: 5 anni e 8 mesi (6 anni); Sarino Lauricella, 51 anni, di Palma: 12 anni (14 anni); Domenico Manganello, 47 anni, di Palma: 18 anni e 8 mesi (20 anni); Giuseppe Morgana, 36 anni: 10 anni e 8 mesi (12 anni); Emanuele Pace, 34 anni: 10 anni (10 anni); Gioacchino Pace, 41 anni: 16 anni e 8 mesi (14 anni) e Giuseppe Blando, 46 ​​anni, di Favara: 11 anni e 8 mesi (12 anni).

Gli altri 8 imputati sono stati assolti. Si tratta di: Calogero Lumia, 74 anni, di Palma (10 anni era la richiesta del pm); Carmelo Pace, 59 anni (6 anni), Giuseppe Pace, 40 anni (14 anni), Gioacchino Mangiavillano, 56 anni (4 anni); tutti da Palma, Salvatore Carusotto, 49 anni, da Licata (assoluzione); Federico Gallea, 26 anni, di Palma (assoluzione); Rocco Novella, nato a Locri, 38 anni (assoluzione) e Salvatore Troia, 63 anni di Villabate (assoluzione).

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button