Notizie Italia

L’ultimo saluto alla Regina, 4 miliardi e mezzo di spettatori collegati

L’ultimo addio alla Regina sarà l’evento più seguito della storia e si stima che saranno collegati 4 miliardi e mezzo di spettatori. Nel frattempo, l’impresa di pompe funebri con la bara di Elisabetta II è stata chiusa al pubblico. Alle 11 ora locale il solenne funerale. La cerimonia alla Westminster Hall si è formalmente conclusa e le porte sono state chiuse al pubblico in vista dei funerali di stato. Per cinque giorni, decine di migliaia di persone hanno fatto la fila per ore prima di passare davanti alla bara per l’ultimo saluto.

Gli occhi del mondo sull’Abbazia di Westminster

Il funerale si svolgerà nell’Abbazia di Westminster davanti a circa 2.000 ospiti. Gli occhi del mondo sull’Abbazia di Westminster, quando oltre 2.000 persone invitate si riuniscono per il funerale di Elisabetta II. Tra queste centinaia di teste coronate e capi di stato e di governo. Il Paese si fermerà per la festa nazionale, gli uffici e i negozi saranno chiusi e gli ospedali stanno già rimandando gli appuntamenti di routine. Si stima inoltre che milioni di persone affluiranno lungo il Mall per assistere alla processione o assistere alla cerimonia di addio dagli schermi allestiti nei parchi.

Ora per ora la cerimonia d’addio

ore 11-12:: I funerali di stato saranno presieduti dal Decano di Westminster e dall’Arcivescovo di Canterbury, saranno trasmessi in diretta televisiva, non solo nel Regno Unito, e si stima che saranno visti da milioni di persone nel tempo ( potrebbe diventare uno degli eventi live più visti della storia). L’Abbazia fu teatro di molte delle fasi più importanti della vita della regina, dall’incoronazione al matrimonio con il principe Filippo. Ma anche tanti funerali, a cominciare da quello della Principessa Diana nel 1997 e della Regina Madre nel 2002. Anche il funerale del conte Mountbatten di Birmania, zio di Filippo, si è svolto nell’Abbazia nel 1979. Al termine del servizio, ci sarà essere due minuti di silenzio nazionale.

ore 12-13: La bara sarà quindi riposta sul carro militare, prima che il corteo funebre reale si sposti solennemente attraverso Parliament Square, Whitehall, Constitution Hill, The Mall e Buckingham Palace, arrivando a Wellington Arch alle 13:00.

ore 13-16: La bara sarà restituita a Windsor, il castello dove la regina trascorse la maggior parte degli ultimi anni della sua vita, fino alla sua ultima dimora, presso la St George’s Chapel, dove arriverà alle 15:15.

ore 16: la regina sarà sepolta nella Cappella di San Giorgio accanto al marito, il principe Filippo. Comincerà dunque la benedizione finale della salma, anche in diretta tv, condotta dal Decano di Windsor. Prima dell’ultimo inno, la corona, lo scettro e il globo dello Stato Imperiale verranno rimossi dalla bara dal gioielliere della corona.
Quindi, al termine del servizio, la bara verrà calata nella Royal Vault, dove verrà sepolta insieme al marito, il duca di Edimburgo, ai suoi genitori e alla sorella Margaret.

ore 19: Re Carlo e i suoi parenti più stretti per un servizio funebre privato, dove il monarca spargerà terra sulla bara. (AGI)

Leader mondiali al funerale, c’è Mattarella

– Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden con Jill
– È il primo canadese Justin Trudeau
– Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro
– Il presidente di Trinidad e Tobago Paula-Mae Weekes
– Presidente delle Barbados Sandra Mason
– Il Premier della Giamaica Andrew Holness
– Il governatore del Belize Floyla Tzalam
– Governatore Generale di St Vincent e Granadines Susan Dougan
– Il presidente francese Emmanuel Macron
– Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier
– Il presidente italiano Sergio Mattarella
– Il presidente irlandese Michael D. Higgins
– Il Taoiseach dell’Irlanda del Nord Micheàl Martin
– Presidente di Portocallo Marcelo Rebelo de Sousa
– Il presidente austriaco Alexander Van der Bellen
– Presidente ungherese Katalin Novak
– Il presidente polacco Andrzej Duda
– Il Presidente della Lettonia Egils Levits
– Il presidente della Lituania Gitanas Nauseda
– Presidente finlandese Sauli Niinisto
– La presidente greca Katerina Sakellaropoulou
– Il Presidente di Malta George Vella
– Il Presidente di Cipro Nicos Anastasiades
– Il Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel
– La Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen
– Il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg
– Il primo ministro egiziano Mostafa Madbouly
– Il presidente israeliano Isaac Herzog
– Il premier palestinese Mohammad Shtayyeh
– Presidente del Sudafrica Cyril Ramaphosa
– Vice Presidente della Nigeria Yemi Osinbajo
– Il Presidente del Ghana Nana Akufo-Addo
– Presidente del Kenya William Ruto
– Il presidente del Gabon Ali Bongo
– Il presidente indiano Drupadi Murmu
– Il vicepresidente cinese Wang Qishan
– Il presidente dello Sri Kanka Ranil Wickremesinghe
– Il premier del Bangladesh Sheikh Hasina
– La premier neozelandese Jacinda Ardern
– Il primo ministro australiano Anthony Albanese
– Il presidente sudcoreano Yoon Suk-yeol
– La presidente di Singapore Halimah Yacob

I paesi non invitati

– Russia, Myanmar, Bielorussia, Siria, Venezuela, Afghanistan. (AGI)

io veramente

– L’imperatore giapponese Naruhito con sua moglie Masako
– Re Guglielmo Alessandro è con la regina Maxima d’Olanda
– Re Filippo VI di Spagna e Regina Letizia
– L’ex re spagnolo Carlos
– Re Filippo e la Regina Matilde del Belgio
– La regina Margrethe II di Danimarca con il principe Frederik e la principessa Mary
– Re Carlo XVI Gustavo e la Regina Silvia di Svezia
– Re Harald V e la regina Sonja di Norvegia
– Il re del Bhutan, Jigme Khesar Namgyel Wangchuck
– Il sultano del Brunei Hassanal Bolkiah
– Re Abdullah di Giordania
– Il principe del Kuwait Sheikh Meshal al-Ahmad al-Sabah
– Il re del Lesotho Letsie III
– Il principe ereditario Alois del Liechtenstein
– Granduca di Lussemburgo Henri
– Il sultano in Malesia Abdullah di Pahang
– Principe di Monaco Alberto II
– Principe del Marocco Moulay Hassan
– Sultano dell’Oman Haitham bin Tariq al-Said
– L’emiro del Qatar Sheikh Tamim bin Hamad al-Thani
– Il principe saudita Mohammed Bin Salman
– Il re del Tonga, Tupou VI. (AGI)

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button