Notizie Italia

L’ospedale delle Tartarughe di Lampedusa simbolo di sostenibilità ambientale

Il Soccorso Tartarughe di Lampedusa, fondato 30 anni fa dalla passione e determinazione della biologa marina Daniela Freggi grazie al supporto di tanti volontari che si alternano durante tutto l’anno, riesce a salvare circa 100 tartarughe all’anno, curandole e garantendone un completo recupero. svolgendo contestualmente l’attività di studio, ricerca e molta divulgazione.

Il Lampedusa Turtle Rescue grazie al suo impegno oggi è un esempio di sensibilizzazione e volontariato in Italia che catalizza l’attenzione dell’opinione pubblica nazionale e internazionale.
ed è un importante riferimento per la biologia marina del Mediterraneo per la protezione di una specie in via di estinzione, preziosa perché unica predatrice di meduse che stanno invadendo i nostri mari, modificando e alterando gli ecosistemi marini ma anche le dinamiche economiche e culturali di popolazioni che insistono sulla coste.
Per questi motivi Coalma, storica e consolidata azienda siciliana della lavorazione e trasformazione dei prodotti ittici, in occasione del prestigioso traguardo dei 100 anni di attività, ha deciso di sostenere concretamente l’ospedale delle tartarughe di Lampedusa e il lavoro dei volontari coordinati da Dott.ssa Daniela Freggi, la più grande esperta in Italia nella cura delle tartarughe.

«L’ospedale oggi è un’importante opportunità culturale e scientifica – afferma Daniela Freggi – poiché le tartarughe marine sono un volano di informazioni e un veicolo di messaggi positivi. Una sorta di “Specie Bandiera” uno strumento per veicolare messaggi importanti come l’integrazione, la mancanza delle barriere e dei confini tra i popoli, l’importanza della collaborazione tra realtà e culture diverse ma soprattutto il messaggio chiave; la difesa del mare come elemento essenziale per la sopravvivenza del pianeta”. Non è un caso che un’azienda ecosostenibile come Coalma decida di investire nella cura e nella protezione delle tartarughe, aiutando le specie più deboli che spesso vengono ferite durante le attività di pesca incontrollata.

Le tartarughe, invece, si rivelano fondamentali per il benessere degli esseri umani e del loro ambiente. Aiutano, infatti, a mantenere le condizioni necessarie per il fiorire della pesca e le attività finalizzate alla loro tutela, tra l’altro amplificano l’attrattiva di molte regioni che dipendono dal turismo.

«Una scelta logica e coerente quella di sostenere l’ospedale delle tartarughe di Lampedusa – afferma la brand manager di Coalma Claudia Pellitteri – per un’azienda da sempre attenta ai temi della sostenibilità, dell’utilizzo di metodi di pesca sostenibili come la cianciolo e la pesca con la canna che garantiscono la riduzione delle catture accidentali, nel rispetto degli ecosistemi marini. Per l’occasione abbiamo realizzato un’edizione limitata che aiuterà a coprire i costi di cura e approvvigionamento del cibo per le tartarughe rinvenute presso il centro di recupero. È stato un onore per noi essere stati prima azienda in Italia a sostenere il Soccorso Tartarughe di Lampedusa.In parallelo – conclude Claudia Pellitteri – stiamo installando pannelli informativi – rivolti a turisti, residenti e pescatori, – sui sistemi di salvaguardia della specie e su come attivare la procedura per salvataggio di tartarughe in difficoltà”.

D’altronde, sostenibilità e qualità sono sempre stati i capisaldi della filosofia aziendale sin dalle sue origini quando nel 1922 il fondatore Francesco Macaluso nella zona del porticciolo di Sant’Erasmo allestì un piccolo opificio per la lavorazione e trasformazione di pesce azzurro (sardine, acciughe, alici, sgombri).

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button