Notizie Italia

Lite in famiglia a Palermo, ferisce lo zio con un fucile ad aria compressa

Il litigio familiare per futili motivi si è concluso con alcuni colpi di arma da fuoco e un ferito a Palermo. Il protagonista era un giovane di 30 anni, che prima ha colpito con una stampella lo zio 52enne e poi gli ha sparato alle gambe con un fucile ad aria compressa.
La rissa con il successivo infortunio è scoppiata in una casa di via Antonio De Curtis, nel quartiere Pallavicino.
Gli agenti dell’Ufficio Generale di Prevenzione, della Questura di San Lorenzo e del Nucleo Operativo sono intervenuti dopo le telefonate al 112 di alcuni vicini che avevano denunciato quanto stava accadendo. Lo zio è stato portato in ospedale dai 118 operatori sanitari. Almeno due colpi che sarebbero andati a segno.
Gli inquirenti hanno ascoltato le parti e alcuni testimoni per chiarire la dinamica e sequestrato l’arma. Secondo una prima ricostruzione, dopo un acceso scambio di parole, i due si sarebbero confrontati fisicamente e il giovane, con una gamba fratturata, avrebbe colpito ripetutamente lo zio con la stampella. prima di prendere il fucile ad aria compressa e sparare. Il ferito è stato denunciato per lesioni.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button