Notizie Italia

Licata, picchiava e rapinava i migranti in centro: arrestato un marocchino

Era diventato l’incubo di bengalesi e marocchini. Tra corso Umberto e Rettifilo Garibaldi a Licata (Agrigento), quasi ogni sera, armato di coltello o del collo di una bottiglia frantumata, minacciava, picchiava e faceva consegnare tutto il denaro che i migranti incontrati lungo il suo cammino dovevano consegnare. . L’allarme sociale che, infatti, a Licata, ha cominciato a diffondersi tra i cittadini extracomunitari è fortissimo. I carabinieri della compagnia di Licata hanno iniziato a raccogliere testimonianze, a visionare e acquisire filmati di videosorveglianza. Il ladro è stato identificato e arrestato in esecuzione di un ordine di custodia in carcere. Nella sua cella è finito un diciottenne marocchino. Il giovane è stato denunciato per rapina aggravata, estorsione e lesioni personali. Sono state effettuate numerose rapine. Le indagini dei carabinieri della compagnia – coordinata dal capitano Augusto Petrocchi – hanno permesso di ricostruirne almeno una dozzina, identificando il presunto autore.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button