Notizie Italia

La Sicilia devastata dal fuoco, le procure ora danno la caccia agli incendiari

Gli incendi scoppiati in Sicilia finiscono nel mirino di alcuni pm che hanno aperto almeno due inchieste per dare la caccia agli incendiari che hanno deliberatamente dato fuoco alla distruzione di diversi ettari di bosco. Le indagini sono anche volte ad accertare se alcuni incendi siano stati dispiegati per disattenzione o comportamenti imprudenti, mettendo in pericolo l’incolumità di molte persone. È il caso della discarica di Bellolampo, in provincia di Palermo, dove i tecnici dei vigili del fuoco dovranno accertare se le fiamme, ormai quasi completamente spente, siano state accese maliziosamente o, come è più probabile, che si tratti del calore anomalo registrato pochi giorni fa per determinare l’autocombustione del coperchio del sesto serbatoio dell’impianto con la conseguente emergenza che ha costretto decine di famiglie a rimanere tappate in casa per non respirare i fumi tossici.

La Procura della Repubblica di Marsala sta invece procedendo con un fascicolo a carico di ignoti per l’incendio di Pantelleria ma i sospetti che si tratti di un’azione dolosa sono fondati poiché sono già stati rilevati due diversi trigger point a 400 metri di distanza l’uno dall’altro. Altro. Altri numeri aperti ad Agrigento e Barcellona Pozzo di Gotto.

Un ampio reportage nell’edizione odierna del Giornale di Sicilia in edicola

© Tutti i diritti riservati

Scopri di più inedizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola.
Per leggere tutto, acquista il giornale o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button