Notizie Italia

La memoria di Vaccarella non trova casa, il figlio: «Porto i suoi trofei al Nord»

Il ricordo di Nino Vaccarella rischia di finire lontano dalla Sicilia. Il desiderio del Decano Volante, vincitore di tre edizioni della Targa Florio, del Nurbugring e di Le Mans, era stato quello di dare un ricordo indelebile alla sua storia, attraverso un museo che racchiudesse i trofei e i manufatti che aveva accumulato nella sua straordinaria carriera . Negli ultimi anni della sua vita aveva cercato una soluzione, prima con la Provincia e poi con il Comune di Palermo, ricevendo promesse e assicurazioni ma nessun atto concreto. «È passato più di un anno dalla sua morte – racconta Giovanni Vaccarella, unico figlio del campione – e molti lo hanno dimenticato. Io non sono eterno e sono preoccupato per la sorte di questi preziosi trofei».

Vaccarella è scomparso il 23 settembre dello scorso anno all’età di 88 anni. Solo il comune di Capaci gli ha intitolato una strada il 9 aprile, tra due strade che ricordano altri grandi protagonisti del motorsport, Vincenzo Florio e il barone Stefano La Motta.

Un servizio di Guido Fiorito sul Giornale di Sicilia oggi in edicola.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button