Notizie Italia

La Meloni rimette in campo Musumeci: «Puntiamo al suo bis»

Giorgia Meloni rimette ufficialmente in campo Nello Musumeci. Il leader dei Fratelli d’Italia ha incontrato ieri sera a Roma il presidente della Regione, confermando che il partito punterà ancora su di lui come candidato al bis.

Quindi il “passo di lato” che lo stesso Musumeci aveva annunciato in conferenza stampa appena due settimane fa va definitivamente in soffitta.

E dietro a questa mossa ci sono una serie di tattiche svelate dal comunicato che annunciava l’incontro tra Musumeci e Meloni. In primo luogo Musumeci ha messo sul tavolo la notizia: “Ringrazio Giorgia per aver sostenuto la mia rinomina”. Poi si riparte da lui. E gli annunci delle ultime settimane vanno letti così: «Ho confermato a Giorgia – ha svelato Musumeci – la mia volontà di portare alla vittoria in autunno il centrodestra che governa la Sicilia. Ho anche ribadito la mia disponibilità, se dovessi essere veramente divisivo, a fare un passo laterale a favore di un candidato più unito e vincente nell’area di centrodestra. A patto che la coalizione decida senza ulteriori indugi cosa intende fare, nel rispetto degli interessi della Sicilia e dei siciliani». È il passaggio con cui il presidente svela che nella sede di Fratelli d’Italia c’è la forte sensazione che l’asse composto da Forza Italia, Lega e centristi non abbia successo e non riuscirà a trovare un altro candidato.

E di fronte a questa certezza Musumeci pone anche dei paletti: «Non intendo prestarmi alla tattica del rinvio e dell’attrito, a prescindere dalle intenzioni, che finisce per avere come unico risultato quello di favorire la consegna di vittoria sull’isola agli avversari, sarebbe un suicidio politico di cui non voglio essere corresponsabile”.

Infine anche Musumeci, come aveva già fatto nei giorni scorsi Ignazio La Russa, prova a togliere potere decisionale a Gianfranco Micciché che sta cercando di aggregare il fronte ostile al bis del presidente nell’isola. E la manovra con cui Musumeci cerca di ostacolare Micciché è quella di assegnare potere decisionale ai vertici nazionali: “Dando la parola al vertice nazionale di centrodestra, che spero molto vicino, credo sia corretto che nei prossimi giorni sarà decisivo per me”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button