Notizie local

La guerra in Ucraina: i filorussi sequestrano due navi straniere nel porto di Mariupol

La guerra in Ucraina: gli eventi della giornata.

7.24 Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha invitato tutti a compiere sforzi per proteggere il diritto internazionale poiché, ha affermato, “il mondo si sta evolvendo in modo complicato”. Lavrov ha parlato (ed è stato tradotto) in un incontro con il suo omologo vietnamita Bui Thanh Son ad Hanoi.

5.26 Le forze russe hanno continuato ad avanzare nel Donbass, dove ai residenti di Sloviansk, il prossimo obiettivo di Mosca, è stato chiesto di evacuare a causa degli intensi bombardamenti. “Il mio consiglio principale: evacuare”, ha detto in serata Pavlo Kyrylenko, governatore della regione di Donestk, ai residenti di Sloviansk, aggiungendo che “durante la settimana non c’era giorno senza bombardamenti”. Poche ore prima aveva annunciato che due persone erano state uccise e sette ferite in attentati che avevano preso di mira il mercato cittadino.

4.56 I separatisti sostenuti dalla Russia hanno sequestrato due navi battenti bandiera straniera nella città portuale ucraina di Mariupol, sostenendo che ora sono “di proprietà dello stato”. Lo riferisce il Kyiv Independent, citando i media internazionali. Questo è il primo atto del genere contro la navigazione commerciale dall’inizio della guerra. L’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk ha informato due compagnie di navigazione che le loro navi sono state oggetto di “appropriazione forzata di beni mobili con conversione forzata in proprietà statale” senza alcun compenso per i proprietari. Si tratta della “Smarta”, battente bandiera liberiana, e della “Blue Star”, battente bandiera panamense. Secondo l’Organizzazione marittima internazionale delle Nazioni Unite (IMO), più di 80 navi battenti bandiera straniera rimangono bloccate nei porti ucraini, molte delle quali sono sotto il controllo russo.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button