Notizie Italia

La cessione di De Ligt può sbloccare Zaniolo, quella di Skriniar la… Joya

Zaniolo e Dybala, il rebus del mercato. Il primo comincia a sembrare un separato in casa della Roma, che sarebbe disposta a venderlo ma non trova acquirenti altrettanto pronti a spendere i 50 milioni richiesti dalla società giallorossa. Il secondo inizierà ad allenarsi da solo, con un personal trainer, in attesa di notizie dall’Inter, con la quale ha un accordo sulla libertà condizionale. Ma se Beppe Marotta e i suoi collaboratori non riescono a risolvere il contratto con Sanchezche rifiutò di nuovo il Flamengo e il Villarreal, e di cederne uno in mezzo Dzeko (l’opzione Monza non lo convince) e Correa. Intanto la dirigenza nerazzurra è sempre al lavoro sulla cessione Skriniar al PSG: la prossima settimana dovrebbe essere quella decisiva, e lo stesso vale, sempre per quanto riguarda il club parigino, per il trasferimento in Francia di Scamacca di Sassuolo. Tornando a Dybala, il suo arrivo all’Inter sembra condizionato proprio dalle cessioni nerazzurre, ma attenzione agli inserimenti di Roma e Napoli (nonostante la smentita di Giuntoli), mentre il Manchester United si farà avanti solo in caso di addio al Cristiano Ronaldo.

L’impressione è che per agitare le acque sarà necessaria la vendita di De Ligt dalla Juve: i bianconeri, che hanno chiesto Molina all’Udinese preferirebbe la soluzione del Chelsea, mentre gli olandesi avrebbero scelto il Bayern. Servono comunque 85-90 milioni, molti dei quali poi reinvestiti sul mercato dalla Vecchia Signora. A cui è stato offerto Torreche è considerata l’alternativa a Paredes, primo gol dei bianconeri. Se partirà l’ex Roma argentino, il PSG lo sostituirà con Renato Sanches, che avrebbe fatto sapere al Milan di preferire questa soluzione a quella rossonera. Nel frattempo Rafael Leao ha chiesto 7 milioni all’anno per rinnovare il contratto. In difesa alla fine potrebbe arrivare acerboallo sbando con i tifosi laziali: proprio perché aspetta il Milan, il difensore ha bocciato le proposte del Monza.

Ma questo non significa che l’azienda brianzola, grazie al binomio Berlusconi-Galliani, rinunci. Intanto dallo Shakhtar ha riportato in Italia l’ex Sassuolo Marlonmentre per l’attacco, tra Suarez, Icardi, Cavani e Pinamonti, c’è un turbine di nomi. A Roma, invece, per il settore avanzato la candidatura di Zaha del Palazzo di Cristallo. Settimana decisiva anche per Romagnoli alla Lazio, visto che il difensore potrebbe arrivare in ritiro biancoceleste già mercoledì. Ma nei prossimi giorni si definirà anche la questione dei due portieri, con gli arrivi di Luigi MassimianoPortoghese di Granada, e di Provedel dello Spezia, dove potrebbe finire il milanista Daniele Maldini, che piace anche alla matricola cremonese. Il Siviglia cerca un attaccante, e ha chiesto Simeone al Verona, ma sulla cifra non c’è accordo. Alla fine Mertens, che dovrebbe tornare sui suoi passi e accettare la biennale, per complessivi 5 milioni, offertagli dal Napoli. A meno che non preferisca la vita beata andando a suonare in Eccellenza a Givova Capri, che gli ha offerto una villa sull’isola e un milione di stipendio.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button