Notizie Italia

Kinéma: grandi film, arte e cultura tornano ai piedi del Tempio di Giunone

Cinema, arte e cultura nel cuore della Sicilia classica, ai piedi del Tempio di Giunone, nel parco archeologico e paesaggistico più grande del mondo, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Torna ad Agrigento il 18 e 19 agosto Kinéma, la rassegna della città dei templi che unisce cinema e arti visive nel senso più ampio possibile in un unico cartellone.

Prodotto da Qoomoon e Primaluce, con la direzione artistica di Leandro Picarella, e il sostegno del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi e del Comune di Agrigento, Kinéma torna quest’anno alla sua seconda edizione con un programma di due giorni di proiezioni, talk e incontri, e la consueta ambizione di riunire in un luogo unico al mondo, protagonisti della cultura contemporanea di fama internazionale.

Sin dalla prima edizione tenuta da Letizia Battaglia, gli ospiti sono infatti il ​​fiore all’occhiello della rassegna. E anche quest’anno Kinéma non si contraddice a partire dal primo appuntamento di giovedì 18 agosto con un colosso del cinema italiano: Paolo Taviani, connesso a distanza per un incontro con il pubblico. Mentre sul palco dell’evento, presentato ancora una volta dall’attrice amatissima dal grande pubblico Ester Pantano, il regista Francesco Costabile incontrerà il talento di Fabrizio Ferracane, l’attrice esordiente rivelazione dell’anno Lina Siciliano, l’attore, scrittore e il regista Corrado Fortuna e la giornalista cinematografica Ornella Sgroi.

La sezione arti visive della rassegna è rappresentata da Ratigher, al secolo Francesco D’Erminio, fumettista ed editore cult italiano, al festival per presentare il progetto “Prima o mai” sulle nuove forme di produzione e distribuzione editoriale in collaborazione con Nero Editions, confermando Kinéma luogo privilegiato per la sperimentazione; uno schermo sul Mediterraneo, a sud del nostro tempo che offre uno spaccato ampio e variegato dei linguaggi della contemporaneità.

Ratigher apre il festival giovedì 18 agosto, in occasione dell’inaugurazione di Kinéma presso lo spazio Immagina Coworking di Agrigento con un incontro moderato da Andrea Saieva, giovane ricercatore agrigentino e membro del team Immagina. Poi ci spostiamo al Teatro del Tempio di Giunone per la prima proiezione del festival che è strettamente legato al territorio agrigentino e alla figura del premio Nobel Luigi Pirandello. “Leonora addio”, del grande maestro del cinema italiano Paolo Taviani, segna l’esordio da solista del regista, a quattro anni dalla morte del fratello, raccontando l’audace storia dell’avventura delle ceneri di Pirandello e il movimentato viaggio dell’urna da Roma ad Agrigento, fino alla travagliata sepoltura avvenuta quindici anni dopo la sua morte.

Un omaggio al grande drammaturgo del Novecento sullo sfondo dell’Italia del dopoguerra, ma anche un intimo riconoscimento del concetto di “perdita”, di lutto, di invecchiamento, dell’impossibilità di accettare la separazione. A chiudere il racconto delle peregrinazioni delle ceneri dello scrittore, l’ultimo racconto di Pirandello scritto venti giorni prima della sua morte: “Il chiodo” dove il giovane Bastianeddu, strappato in Sicilia dalle braccia della madre e costretto a seguire il padre oltre oceano, non riesce a rimarginare la ferita che lo spinge a un gesto insensato.

L’unico film italiano in concorso alla Berlinale 2022, dove ha vinto la FIPRESCI -Fédération Internationale de la Presse Cinématographique- “Leonora addio”, sarà presentato dallo stesso regista a distanza per salutare il pubblico di Kinèma, in un incontro moderato da Ornella Sgroi; mentre sul palco del festival sarà presente il protagonista Fabrizio Ferracane.

Venerdì 19 agosto arriva al festival uno dei registi più interessanti della scena contemporanea, Francesco Costabile, in Kinéma per presentare il suo ultimo film “Una Female” presentato anche alla Berlinale 2022, nella sezione “Panorama”. Tratto dal libro investigativo “Fimmini ribelli” di Lirio Abbate, il lungometraggio porta gli spettatori in una Calabria arroccata sul suo passato ma dove una donna – l’attrice esordiente rivelazione dell’anno Lina Siciliano, una giovane calabrese proprio come il suo personaggio – ritrova la forza di ribellarsi a un destino già segnato. Uno sguardo visionario potente, quello di Costabile, che trova un proprio linguaggio, sicuramente non convenzionale, per raccontare una storia di consapevolezza e di bisogno di ribellione.

I temi del film saranno lo spunto per un dialogo aperto alla partecipazione del pubblico, con la regista, l’attrice Lina Siciliano, Fabrizio Ferracane anche tra i protagonisti di “Una Female”, e Ornella Sgroi.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento

Giovedì 18 agosto

Inaugurazione del cinema

IMMAGINA Coworking, Via Cesare Battisti, 9

18.30: per la sezione Arti Visive, Kinéma incontra “Ratigher”, uno dei più importanti fumettisti italiani. Presentazione del progetto “Prima o mai” in collaborazione con Nero Editions

21, Teatro del Tempio di Giunone

Presentazione del film “Leonora addio” di Paolo Taviani con la partecipazione di Paolo Taviani connesso a distanza e Fabrizio Ferracane

Proiezione cinematografica
Incontro con il pubblico. Moderato da Ornella Sgroi

Venerdì 19 agosto

19: aperitivo con ospiti, istituzioni,

sponsor e staff di Casa Carbadoro – Parco della Valle dei Temli

21, Teatro del Tempio di Giunone

“Una femmina” di Francesco Costabile (Berlinale 22)

Introduzione con Ornella Sgroi, Francesco Costabile, Lina Siciliano, Fabrizio Ferracane.

Proiezione cinematografica
Incontro con il pubblico. Moderato da Ornella Sgroi

Presenta le serate Ester Pantano

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button