Notizie Italia

Indiana, sparatoria in un centro commerciale: quattro morti tra cui il killer

Nuove riprese negli USA. Un uomo ha aperto il fuoco al centro commerciale di Greenwood, nell’Indiana, uccidendo tre persone e ferendone due prima di essere ucciso da un cittadino. Dal 1 luglio nello Stato dell’Indiana si può andare in giro armati anche senza avere la patente di arma da fuoco.

La polizia di Greenwood, la città in cui è avvenuta la sparatoria, ha condiviso un post sulla propria pagina Facebook chiedendo a tutti i testimoni della sparatoria di contattare il dipartimento per informazioni. L’attacco di oggi è l’ultimo di una serie di episodi di violenza armata che sta affliggendo gli Stati Uniti, dove circa 40.000 persone muoiono a causa di spari ogni anno, secondo il Gun Violence Archive. Durante una parata del 4 luglio, un uomo armato ha aperto il fuoco in un sobborgo di Chicago, dove sono state uccise sette persone e almeno altre tre dozzine sono rimaste ferite. Altre due stragi risalgono allo scorso maggio: 10 neri sono stati uccisi in una sparatoria nello stato di New York e 19 bambini e due insegnanti sono le vittime della strage nella scuola di Uvalde, in Texas. La recente ondata di violenza ha riacceso il controverso dibattito sulla regolamentazione delle armi da fuoco. Una commissione della Camera dei Rappresentanti dovrebbe votare questa settimana, per la prima volta in quasi 20 anni, su una misura per vietare le armi d’assalto.

In una conferenza stampa, il capo della polizia del paese, Jim Ison, ha definito un “buon samaritano” il cittadino armato che ha sparato all’assassino e lo ha ucciso e ha precisato che questa persona sta collaborando “completamente” con le autorità. I feriti sono stati trasportati in un ospedale locale.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button