Notizie Italia

Il Tar: i tatuaggi non causano l’esclusione dai concorsi della Finanza

La presenza di tatuaggi “invisibili” sul corpo di un aspirante finanziere non può essere motivo di esclusione automatica dal concorso di ammissione. È la tesi del TAR Lazio i cui giudici hanno accolto un ricorso proposto da un aspirante reclutamento con gli avvocati Santi Delia e Michele Bonetti, ritenuti non idonei nelle indagini psico-fisiche per la presenza di due tatuaggi nella zona malleolare superiore, e quindi coperto da uniforme.

I giudici hanno ritenuto contraria al tenore del quadro normativo di riferimento l’interpretazione del bando, accolta dall’Amministrazione, relativa all’esclusione automatica di tutti quei candidati con tatuaggi o alterazioni fisiche permanenti involontarie nell’area sopramalleolare. Si è infatti affermato che tale interpretazione è «in contrasto con il chiaro dettato della normativa primaria, che si limita a imporre ai militari un aspetto esteriore sufficientemente decoroso da consentire il corretto utilizzo degli equipaggiamenti forniti “. La conseguenza è che l’ultima parte del bando “deve essere interpretata come mero esempio dei criteri stabiliti dalla legge” e non invece introduttiva “di nuovi criteri restrittivi” non previsti dal legislatore e “idonei ad escludere soggetti con tatuaggi o altro alterazioni volontarie permanenti dell’aspetto fisico, localizzate in zone del corpo non visibili mentre si indossano le divise dell’ordine”.

Infine, i giudici hanno richiamato un precedente, confermando «l’obbligo per l’Amministrazione di favorire il massimo accesso, senza introdurre discriminazioni limitanti che non si riflettono in specifiche ragioni di esclusione espressamente previste, che comunque non sembrano rispettare un grave ratio giustificativo, per questo le cause di esclusione da un concorso per posti di pubblico impiego devono essere interpretate restrittivamente”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button