Notizie Italia

Il successo è questione di fortuna, l’università di Catania fra i vincitori dell’IgNobel

La matematica scende in campo per scoprire che il successo non dipende solo dalla preparazione, ma che è soprattutto una questione di fortuna: lo dimostra la ricerca, tutta italiana e condotta dall’Università di Catania, che è tra i dieci vincitori del IgNobel 2022, l’evento nato in America che ogni anno premia la scienza che prima fa ridere e poi fa pensare, selezionando le ricerche più bizzarre tra quelle pubblicate su riviste scientifiche internazionali.
“Sapere” è il tema dell’edizione 2022, che arriva come di consueto poco dopo l’annuncio dei tradizionali Premi Nobel. La cerimonia è organizzata dalla rivista Annals of Improbable Research, con il finanziamento di associazioni di fantascienza e studenti di fisica dell’Università di Harvard.
Interamente online per il terzo anno consecutivo a causa della pandemia di Covid-19, la cerimonia ha comunque regalato spettacolo, alternando eventi registrati all’aperto a discorsi dal vivo e annunci dei dieci IgNobel 2022, ognuno dei quali ha vinto una banconota da dieci trilioni di dollari dello Zimbabwe . Ogni gruppo è stato accompagnato da autentici Premi Nobel, come Frances Arnold premiata per la Chimica nel 2018, Jerome Friedman e Donna Strickland, entrambi premiati per la Fisica rispettivamente nel 2018 e nel 1990. È stato Strickland a presentare i vincitori italiani dell’IgNobel 2022 per il ‘ Economia: Alessandro Pluchino e Andrea Rapisarda (già vincitori IgNobel 2010 per il Management) con Alessio Emanuele Biondo, tutti e tre dell’Università di Catania. C’è un italiano, ma che lavora all’estero, anche tra i vincitori di IgNobel per la Pace: con i suoi colleghi ha trovato un algoritmo che aiuta a capire quando è il caso di mentire e quando vale la pena dire la verità
Tra le altre ricerche pluripremiate, molte condotte da ricercatori di più paesi, la letteratura ha ottenuto la prova che i documenti legali creano confusione, mentre un gruppo giapponese ha vinto il premio Engineering per aver trovato il modo più efficiente per girare una manopola. Per Applied Cardiology ha vinto la dimostrazione che il romanticismo sincronizza il battito cardiaco. Ricercatori brasiliani e colombiani hanno voluto verificare se la stitichezza influisca sul comportamento riproduttivo degli scorpioni, vincendo così il premio per la biologia. L’IgNobel per la Fisica va ai due gruppi che hanno svelato i segreti del nuoto in allenamento degli anatroccoli, mentre il polacco dimostra che il gelato è in grado di ridurre gli effetti collaterali della chemioterapia, vincitore per Medicina.
Per History, la scoperta di clisteri rituali su antiche ceramiche Maya è stata premiata e, infine, il Safety Engineering Award è andato al gruppo svedese che ha costruito alci di gomma a grandezza naturale per i crash test.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button