Notizie local

Il piccolo morto in vacanza in Egitto, Lagalla: sono molto turbato, fare luce sulla vicenda

La Farnesina è in stretto contatto con la famiglia di Andrea, 6 anni, il bambino palermitano morto in Egitto, a Sharm el Sheikh, dove si trovava in vacanza.

La Farnesina, secondo quanto appreso, è in contatto anche con le autorità sanitarie del Cairo per accelerare le procedure per la restituzione della salma e dei parenti del bambino, la cui morte, secondo una prima ricostruzione, potrebbe essere dovuta ad un’intossicazione alimentare.

“Sono profondamente turbato dalla tragedia che ha travolto la famiglia Palermo in vacanza a Sharm el-Sheikh. Esprimo le mie più sentite condoglianze ai genitori colpiti dalla terribile perdita del loro figlioletto e mi auguro che le loro condizioni di salute migliorino rapidamente, affinché possano tornare presto a Palermo. L’auspicio è che vengano svolte anche tutte le indagini per fare luce su questo drammatico evento”, ha detto il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, sulla storia del bambino palermitano morto in Egitto, dove era in vacanza con la famiglia. Il bambino sarebbe morto per intossicazione alimentare.

Per la sua parte, Francesco Scoma, Deputato leghista e membro della Presidenza della Camera, ha invitato “il ministero degli Affari esteri ad attivare ogni risorsa disponibile per il pronto rientro della salma e dei genitori in condizioni ancora critiche”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button