Notizie Italia

Il Pd: in Sicilia le primarie della coalizione progressista si faranno. Fava: M5s saranno leali?

«Certo la crisi a livello nazionale non serviva. Tutto può succedere a Roma. Ma in Sicilia stiamo proseguendo il percorso iniziato tempo fa con la coalizione progressista». Lo ha affermato il segretario regionale del Pd Antonio Barbagallo. Domenica sull’isola si terranno le primarie di centrosinistra per la scelta del candidato alla carica di governatore. In campo Caterina Chinnici per il Pd, Barbara Floridia per il M5s e Claudio Fava per Cento Passi. “Nella nostra regione – continua Barbagallo – abbiamo lavorato uniti e compatti con un unico comune denominatore: cacciare il governo di centrodestra rappresentato da Nello Musumeci. E su questo mettiamo le primarie. Abbiamo costruito un consenso attorno alla nostra candidata, l’eurodeputata Caterina Chinnici, puntando anche sulla sua figura femminile, un magistrato che ha avuto molte esperienze sia di governo che di politica, trovandosi anche alla seconda legislatura al Parlamento europeo. Infatti oggi e domani – ricorda – fino alle 23:59 sono gli ultimi giorni per iscriversi al portale www.presidenziale22.it in vista della votazione di sabato 23. Facciamo l’ultima fatica. #presidenziale22».

«Per quanto mi riguarda le primarie vanno avanti, ma mi chiedo con quale spirito di lealtà domani il partito di Conte potrà lavorare al servizio di questa coalizione. E soprattutto mi chiedo se saranno primarie senza Papi stranieri, né stranieri venuti in soccorso dal centrodestra. Dei due, uno: o si lavora insieme, uniti, per il cambiamento o si governa con Raffaele Lombardo», ha detto Claudio Fava, candidato alle primarie siciliane del centrosinistra.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button