Notizie Italia

Il leghista Fontana presidente della Camera: «Pari diritti fra opposizione e maggioranza»

Lorenzo Fontana è stato eletto presidente della Camera con 222 voti. L’elezione è indetta dal presidente provvisorio Ettore Rosato. Dopo il voto ufficiale, i deputati di centrodestra, in piedi alla Camera, hanno accolto il risultato con un lungo applauso. Gli elettori erano 392, la maggioranza ne richiedeva 197. Oltre a Fontana, Guerra 77, De Raho 52, Richetti 22 hanno ottenuto voti.

Rosato è andato a comunicare l’esito della votazione al nuovo presidente, che non era in aula. Poi lo stesso Fontana ha tenuto il suo intervento, ringraziando il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Parole accolte dagli applausi della Camera dei Deputati. “Ho voluto dedicare un primo saluto – ha detto anche – a papa Francesco che rappresenta un riferimento spirituale per la maggioranza dei cittadini italiani”. Dopo gli applausi dell’Aula, ha aggiunto che “il Papa sta compiendo un’azione diplomatica a favore di una pace senza pari”.

“Mi permetta un ringraziamento personale – ha detto anche – all’onorevole Umberto Bossi senza il quale non avrei mai iniziato la mia attività politica”. Fontana «con forte gratitudine ed emozione», ha detto ringraziando tutti «per la fiducia espressa in me, sia chi mi ha votato sia chi no. Il Parlamento è la più alta rappresentanza della democrazia e per me sarà un grande onore». Il neoeletto presidente della Camera ha aggiunto che garantirà “l’assoluto rispetto della parità di diritti di tutti i deputati, siano essi di opposizione e di maggioranza”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button