Notizie Italia

Guerra in Ucraina, il «macellaio di Mariupol» guiderà logistica al fronte

Il pugno duro di Vladimir Putin sulla guerra ha conseguenze dirette anche sui vertici dell’esercito russo: non ci sarà infatti più Dmitry Bulgakov ma Mikhail Mizintsev a guidare la logistica al fronte. E, per gli ucraini, è una novità sinistra. Mizintsev è infatti soprannominato “il macellaio di Mariupol” per la brutalità che, secondo Kiev e l’Occidente, avrebbe commesso durante l’assedio della città martire ucraina.

Sessant’anni, capelli brizzolati e uno sguardo che nelle poche foto disponibili appare sempre immobile, Mizintsev è stato uno dei registi, in prima linea, dell’assedio russo di Mariupol, la città costiera che è balzata alla cronaca mondiale per l’ucraino resistenza dell’acciaieria Azovstal. . Tuttavia, la carriera militare di Mizintstev iniziò molto prima: nel 1980, sotto la bandiera dell’Unione Sovietica. Ma è con la guerra in Siria che si fa largo il nome del generale soprattutto in relazione agli attacchi aerei di Aleppo. Secondo il Ministero degli Esteri britannico, Mizintsev ha usato “tattiche riprovevoli” e ha commesso atrocità sia in Ucraina che in Siria. Non a caso, il suo nome è già entrato nella lista nera dell’Occidente in primavera.

Per gli ucraini, il nuovo viceministro della Difesa e capo della logistica militare russa è solo il macellaio di Mariupol. Accusato da Kiev, tra l’altro, di aver orchestrato il bombardamento di un ospedale materno nel porto ucraino. “Ricordalo. È Mikhail Mizintsev”, ha scritto a fine marzo Oleksandra Matviichuk, capo di una Ong ucraina per i diritti umani in un tweet. Chiedendo che venga subito processato all’Aia. Il cambio di leadership militare di Putin segna un coinvolgimento sempre maggiore del capo del Cremlino nelle strategie di guerra. Bulgakov – trasferito a un nuovo incarico, secondo Mosca – è stato accusato di vari errori nella fornitura di armi alle truppe russe schierate nell’Ucraina orientale. Il compito principale di Mizintsev, infatti, sarà quello di «responsabile delle forniture materiali e tecniche delle forze armate». E per evitare i vari fallimenti che finora hanno segnato l’offensiva russa.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button