Notizie local

Giappone, l’ex premier Abe ferito da colpi da arma da fuoco: «non mostra segni vitali»

L’ex primo ministro giapponese Shinzo Abe “non mostra segni vitali” dopo essere stato apparentemente colpito da un proiettile durante un evento elettorale venerdì nella regione di Nara, secondo quanto riferito dai media locali.

L’ex leader stava tenendo un discorso programmatico a un evento prima delle elezioni per la camera alta di domenica, quando si è sentito l’apparente suono di spari, hanno riferito l’emittente nazionale NHK e l’agenzia di stampa. Stampa Kyodo.

Abe, 67 anni, è crollato e sanguinava dal collo, ha detto all’agenzia di stampa Jiji una fonte del suo Partito Liberal Democratico al governo. Né l’LDP né la polizia locale hanno potuto confermare immediatamente la notizia. NHK e Kyodo hanno riferito che Abe è stato portato in ospedale e sembrava essere in arresto cardiorespiratorio, termine usato in Giappone per l’assenza di segni vitali e che generalmente precede una certificazione formale di morte da parte del medico legale. Diversi media hanno riferito che sembra che gli abbiano sparato da dietro, forse con un fucile. L’NHK ha riferito che un uomo è stato arrestato, sebbene non siano stati forniti ulteriori dettagli. Abe, il primo ministro giapponese più longevo, era in carica. nel 2006 per un anno e di nuovo dal 2012 al 2020.

L’uomo che ha sparato all’ex premier giapponese sarebbe stato arrestato. Aveva una pistola “mascherata” infilata in quella che sembra una specie di obiettivo fotografico. Questo può essere visto da un’immagine scattata dai media giapponesi. L’uomo, maglietta, pantaloni militari con tasche e mascherina sul volto, è stato arrestato e portato via da quattro agenti, mentre a pochi metri di distanza uomini dello staff dell’ex premier cercavano di rianimare Abe.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button