Notizie Italia

Festino, Lorefice apre le porte alle altre religioni: “Palermo città di pace e condivisione”

Palermo è una città accogliente, solidale con la giustizia e la pace. È da questo principio che Mons. Corrado Lorefice dà inizio ai festeggiamenti del Festino di Santa Rosalia, patrona della città. E con un gesto concreto, e non simbolico, apre le porte a tutte le Chiese cristiane ma anche alle diverse religioni.

La città, inoltre, nella sua peculiarità multietnica, accoglie persone di diversa etnia, cultura, lingua e fede religiosa. Oggi presso l’Arcivescovado si è svolto un incontro in collaborazione con l’Ufficio diocesano per il dialogo ecumenico e interreligioso con i vari Uffici pastorali diocesani. Erano presenti rappresentanti di tutte le Chiese cristiane, la rappresentante della comunità ebraica, Luciana Pepi, presidente dell’Istituto di Studi Ebraici, rappresentanti della religione islamica, l’Associazione Culturale Sufi Al Fanà, l’Associazione Fatima Muslim Women e Aidone Tunisian Women, rappresentanti delle religioni indù e buddista, e le comunità di Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Costa d’Avorio, Mali, Ghana, Senegal, Burkina Faso, Camerun, Filippine e Algeria. Presenti anche le associazioni Missione Speranza e Carità, Movimento dei Focolari, Le Rose Bianche, Unione Donne Italiane e Centro Astalli. Arrivo qui come ogni anno con il cuore colmo di gioia e di consolazione.

“Il rinnovamento del nostro incontro rappresenta per me un grande motivo di speranza – commenta mons. Lorefice -. Trovarci qui infatti significa porre un segno fondamentale di condivisione e di unità”.

nelle video interviste a monsignor Corrado Lorefice e all’imam Badri El Madan

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button