Notizie Italia

Ferragosto in Sicilia, nuove ordinanze e divieti: a San Vito spiaggia vietata dopo le 21

Ferragosto 2022 “blindato” nelle principali spiagge siciliane. Sono numerosi i comuni sparsi per l’isola che hanno optato per ordinanze che vietano l’uso di tende e campi, l’accensione di falò e falò o il pernottamento in spiaggia, l’abbandono indiscriminato dei rifiuti in spiaggia, nonché la produzione del suono per mezzo di altoparlanti o amplificatori. Insomma, la lunga notte di agosto tanto attesa turisti e residenti di alcune località balneari siciliane dovranno attenersi alle rigide normative comunali.

UN San Vito Lo Capolocalità balneare della Sicilia nord-occidentale, nel trapanese, famosa per la sua spiaggia affacciata su una baia riparata dominata dall’alto dal Monte Monaco, sarà vietato l’uso delle spiagge libere del territorio comunale dalle ore 21.00 alle ore 6.00 (del giorno successivo) nei giorni 13-14-15 agosto 2022. L’ordinanza del sindaco lo prevede Giuseppe Peraino.

«Il provvedimento – si legge nell’ordinanza – è stato adottato per salvaguardare l’ambiente e la salute pubblica evitare l’uso di tende e campi, accendere falò e fuochi o pernottare in spiaggia, l’abbandono indiscriminato dei rifiuti in spiaggia, nonché la produzione di suoni per mezzo di altoparlanti o amplificatori”.

“E’ volontà dell’Amministrazione – afferma il Sindaco Peraino – rafforzare la cultura del rispetto dell’arredo urbano e dell’ambiente in generale e in particolare salvaguardare le nostre spiagge, luoghi di notevole valore naturalistico e di sviluppo turistico del territorio comunale. Con questo provvedimento, preso di concerto con il comandante della polizia municipale – aggiunge il sindaco -, si vogliono evitare tutta una serie di criticità che si verificano nei giorni festivi, quando c’è un massiccio afflusso di turisti, come l’accensione di fuochi le spiagge. e il presenza anche al mattino presto di giovani che impedisce agli operatori delle pulizie di procedere in maniera capillare alla pulizia delle spiagge“. Durante gli orari di interdizione delle spiagge saranno effettuati controlli congiunti da parte del personale della Polizia municipale, della Guardia Costiera e dei carabinieri.

Anche a Cefalùil secondo centro turistico della Sicilia, in provincia di Palermo, si effettuano vari scatti divieti per evitare rumori e atti vandalici a metà agosto. L’elenco dei divieti, che partirà dalla mezzanotte del 14 agosto alle 7 del giorno successivo, è contenuto in un’ordinanza del sindaco Daniele Tumminello.

Non è consentita la vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro, non è consentito portare bottiglie di vetro nelle aree comuni comprese le spiagge libere. È ancora vietato accamparsi sulle spiagge così come accendere fuochi in qualsiasi luogo. Infine, sono vietati i bivacchi sulle spiagge e negli spazi pubblici che lasciano le spiagge invase da plastica, bottiglie e altri rifiuti inquinanti.

Ci spostiamo a Marsala, in provincia di Trapani. Il sindaco Massimo Grillo ha firmato un’ordinanza che disciplina la permanenza nella notte del 15 agosto sia nelle spiagge libere che negli stabilimenti balneari. Il provvedimento prevede che dalle ore 23.59 del 13 agosto alle ore 08 del 15 agosto sia È vietato trasportare con l’auto, manualmente o con qualsiasi altro mezzo, legna e qualsiasi altro dispositivo o materiale funzionale o comunque destinato all’accensione di fuochinonché mixer o dispositivi simili per l’amplificazione musicale.

Il provvedimento si estende a tutte le strade che entrano nelle aree marine costiere e comunque entro un raggio di 300 metri da queste ultime. Resta comunque consentita l’attività legittimamente svolta dai gestori di esercizi pubblici. Non sarà possibile accendere fuochi né fare falò in spiaggia.

“La nostra comprensione – sottolinea il sindaco Grillo – è che non si verificano episodi spiacevoli e quello Ferragosto resta un’occasione di festa. Da parte dell’Amministrazione, vi invito alla prudenza, a non esagerare nel consumo di bevande alcoliche ea comportarvi in ​​modo corretto senza infastidire gli altri. “In occasione della festa del 15 agosto le attività di intrattenimento e di trasmissione musicale possono durare fino alle ore 4 del mattino con graduale riduzione del volume della musica dalle ore 2.

Niente falò in spiaggia e aumentano i controlli in Riviera e nel centro storico per il periodo Ferragosto ad Agrigento. E’ quanto deciso in Prefettura nel corso di una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Toccherà al sindaco vietare bivacchi e tende in spiaggia, nonché l’accensione di falò e fuochi d’artificio. I maggiori controlli saranno effettuati dalle 13 alle 15: la Polizia Stradale svolgerà alcuni servizi specifici contro il superamento del limite di velocità e il consumo di alcol durante la guida, soprattutto lungo le arterie principali. Ci saranno anche controlli a piedi lungo le spiagge ed altri, inoltre, nel centro storico con personale a piedi ea bordo delle vetture. La costa sarà controllata anche dal mare con l’utilizzo di motovedette.

UN Sciclinel ragusano si sfrutterà la tecnologia anche per fermare falò e bivacchi: la polizia municipale, infatti, già dalla notte di San Lorenzo e fino al 15 agosto, sarà attiva con servizi di controllo territoriale programmati anche con l’utilizzo di droni.

UN Mazara del Vallo Sindaco Salvatore Quinci ha disposto il divieto sulle spiagge del territorio del Comune in data 13/14/15 agosto dell’uso di gazebo, tende, bivacchi, campeggi. È altresì vietata l’accensione di falò e fuochi di qualsiasi genere.

Anno Domini Milizia di Altavilla (Palermo) la notte del 15 agosto si potrà accedere liberamente alle spiagge «ma non potranno accendere falò – secondo l’ordinanza comunale -, portare bottiglie di vetro, consumare alcolici e allestire tende. Allora godiamoci, se vogliamo, il tradizionale bagno di mezzanotte, ma nel rispetto degli altri e dell’ambiente”.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button