Notizie Italia

Exit poll Regionali Sicilia, Schifani del centrodestra verso l’elezione

Per gli exit poll del Consorzio Opinio-Rai, Renato Schifani si prepara a vincere le elezioni in Sicilia. L’ex presidente del Senato, sostenuto dall’intero centrodestra, avrebbe una percentuale compresa tra il 37 e il 41 per cento, 13 punti di vantaggio sul secondo, Cateno De Luca, sostenuto solo dal suo movimento Sicilia Vera. A “Scateno”, come veniva soprannominato l’ex sindaco di Messina per la sua irruenza, viene attribuito un divario del 24-28 per cento.

Sulla base di questa indagine, quindi, il voto disgiunto non intaccherebbe il risultato finale, la possibilità data dalla legge elettorale regionale di votare per una lista e per un candidato alla presidenza di un altro partito: una possibilità su cui si è soffermato De Luca durante la campagna elettorale sperando di intercettare voti nel bacino del centrodestra. Ma se lo spoglio delle schede dovesse confermare i dati dell’exit poll, il centrodestra dimostrerebbe di aver ritrovato l’unità dopo il durissimo scontro tra i partiti che aveva impedito a Nello Musumeci di essere rinominato.

Solo terza Caterina Chinnici, sostenuta dal Pd e dalla lista Centopassi, espressione di partiti e movimenti di sinistra: l’eurodeputata, figlia del magistrato Rocco Chinnici assassinato dalla mafia nell’83, avrebbe tra il 15,5 e il 19,5 per cento.

Quarto posto per Nuccio Di Paola del M5s, tra il 13 e il 17 per cento nonostante la grande folla che aveva accolto Giuseppe Conte nei suoi tre giorni di tournée elettorale nell’isola. Se Pd e M5s non avessero rotto l’alleanza che aveva portato alla celebrazione delle storiche primarie di coalizione in Sicilia, con questi numeri il “fronte progressista” avrebbe contestato la vittoria contro Schifani.

Gli altri due candidati alla presidenza della Regione – Gaetano Armao per il Terzo Polo ed Eliana Esposto per i siciliani liberi – sarebbero tra l’1,5 e il 3,5 per cento.
Bocche cucite nei comitati elettorali dei candidati alla presidenza, nessun commento agli exit poll. Ora i riflettori sono puntati sul ballottaggio di domani, che comincerà alle 14. I 900 candidati ai seggi dell’Assemblea Regionale Siciliana si aggiungono all’attesa del nuovo presidente della Regione: chi vincerà le elezioni avrà anche la maggioranza in aula per poter governare?

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button