Notizie Italia

Europei, Pellacani fa un tuffo nell’oro

Il venerdì degli Europei di nuoto regala ancora una medaglia all’Italia, è quella d’oro conquistata da Chiara Pellacani nel trampolino dei 3 metri dove l’azzurra indossa la sua quinta medaglia in questi Europei, il secondo oro dopo il Team Event mentre, dopo i rinvii dovuti al maltempo, l’attenzione si sposta sui bagni in mare aperto. Difficile, certo, ma non impossibile. Gregorio Paltrinieri non ha mai smesso di credere al record di medaglie che aveva stabilito prima dell’Europeo. Cinque podi in altrettante finali e solo il maltempo ad Ostia sembravano aver infranto il sogno del capitano azzurro con le prove in acque libere, prima posticipate di due giorni, poi accorpate tutte tra sabato e domenica e infine private dell’ultima gara in cui SuperGreg avrebbe hanno dovuto partecipare, il ‘Team Event’. Il tempo, però, è cambiato ancora e con esso le decisioni della LEN: dopo aver discusso con i capisquadra delle squadre, ha accolto la richiesta delle staffette di reinserire la staffetta mista 4×1500 in mare aperto nel programma di gli Europei di Roma.

Ci sarà spazio domenica pomeriggio a partire dalle 16 dopo la 10km, maschile e femminile, al mattino, e il giorno prima la 5km e la 25km, quest’ultima l’unica gara a cui Paltrinieri non prenderà parte. Insomma, un concentrato di prove “per un campionato ancora anomalo” spiega Greg. «Di solito le gare si svolgono in cinque giorni per dare la possibilità agli atleti di recuperare, ora stanno mettendo tutto per farne quattro in due giorni. È tutto un po’ strano», prosegue l’azzurro che prova anche a guardare il bicchiere mezzo pieno.

“Con i due giorni di slittamento ci siamo riposati di più, soprattutto chi è venuto come me dal nuoto”. Dal pool infatti vengono portati l’oro negli 800 e l’argento nei 1500 stile libero, ora ci sono le staffette di 5, 10 e 6 km per provare a centrare altre medaglie e fare meglio dei Mondiali di Budapest dove si è fermato alle quattro . Gli avversari saranno gli stessi, o quasi, dei primi giorni allo stadio del nuoto. Ci sarà Misha Romanchuk, bronzo fresco a Budapest e il successo nei 1500 proprio davanti alle azzurre, mentre il tedesco Florian Wellbrock, oro mondiale nella 5km e staffetta, bronzo nella 10km, ma che ha preferito non gareggiare vista la sua condizione fisica non perfetta. Intanto domani ad Ostia si parte con la 5km, chiaramente tempo permettendo perché se le condizioni dovessero cambiare ancora, allora la LEN si riserverebbe di modificare nuovamente il programma.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button