Notizie Italia

Esercitazioni militari a Punta Bianca, protestano gli ambientalisti

«Da oltre 60 anni l’Esercito Italiano continua a violare un territorio che, dal punto di vista paesaggistico, storico, ambientale, ha un valore incommensurabile. La zona di Punta Bianca (al confine tra il territorio del Comune di Agrigento e Palma di Montechiaro) è caratterizzata da numerose spiaggette, località che negli ultimi mesi è diventata Riserva Naturale Orientata, con decreto 157 del 28 giugno 2022». Così l’associazione ambientalista Mareamico, che ha organizzato un sit-in di protesta per il 17 ottobre, all’ingresso della riserva di Punta Bianca, per impedire l’inizio delle esercitazioni militari previste da quel giorno e fino al 30 dicembre. «Le esercitazioni militari – aggiunge l’associazione – oltre a violare la storia e il paesaggio, compromettere l’ambiente introducendo nell’atmosfera sostanze pericolose, come i residui di polvere da sparo. Grandi quantità di piombo vengono rilasciate durante le esercitazioni militari. Anche le forti vibrazioni, provocate dalle esplosioni, hanno già provocato numerosi smottamenti, con l’arretramento della fragile rupe».
“Nel 2017 la commissione parlamentare d’inchiesta sull’uranio impoverito, dopo un sopralluogo al poligono di Drasy – continua Mareamico – aveva ipotizzato la bonifica del luogo”. Nell’ottobre 2021 Mareamico ha sporto denuncia per «il possibile e probabile inquinamento da metalli pesanti dell’area del Drasy. La Procura di Agrigento ha avviato indagini e verifiche hanno accertato il superamento dei livelli di sicurezza previsti per quella tipologia di area. Il comando militare, che gestisce l’area, a partire dal 2 marzo 2022, ha disposto la sospensione temporanea dell’uso del poligono di Drasy, fino a data da destinarsi. Da quella data ci saremmo aspettati che, responsabilmente, l’Esercito avrebbe provveduto alla bonifica dei luoghi, invece nulla è stato fatto. Ora, con l’ordinanza n. 06/2022, l’Esercito ha comunicato il nuovo programma delle esercitazioni, a partire dal prossimo 17 ottobre e fino al 30 dicembre».

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Back to top button