Notizie Italia

Era siciliana la volontaria morta in Friuli mentre spegneva un incendio

Morì mentre spendeva tutte le sue energie in difesa dell’ambiente, del patrimonio boschivo. Elena Lo Duca è morta schiacciata da un albero durante lo spegnimento di un incendio a Prepotto, in provincia di Udine, una settimana fa. La donna, vice capo coordinatore di professione presso il Commissario di Pubblica Sicurezza della Polizia di Cividale e volontaria della Protezione civile, era di origine siciliana, di Santa Caterina Villarmosa, in provincia di Caltanissetta, per l’esattezza.

Lo ha reso noto il sindaco Giuseppe Ippolito: “Apprendiamo con grande commozione che il vicecapo della Polizia di Stato Elena Lo Duca, vittima di un incendio a Cialla, frazione di Prepotto, aveva chiare origini a Santa Caterina Villarmosa. è stato premiato nel 2021 dal Presidente della Repubblica del Cavalierato per il suo costante impegno all’interno della Protezione Civile”.

La donna di 55 anni è stata coinvolta nell’estinzione dell’incendio che ha coinvolto la frazione di Prepotto quando è stata schiacciata da un albero. Lascia marito e figlia. Suo padre Gaetano, nato Santa Caterina Villarmosa, era un agente di polizia.
“Esprimiamo le nostre più sentite condoglianze a nome di tutta la comunità di Santa Caterina Villarmosa al marito e alla figlia, alla Polizia di Stato di Cividale, alla Protezione Civile di Prepotto dove ha svolto attività di volontariato, a tutti i parenti eventualmente ancora presenti a Santa Caterina e al quale chiediamo di essere presenti per poter porgere personalmente le nostre condoglianze”, aggiunge il sindaco che ha anche annunciato l’intenzione dell’amministrazione comunale di far celebrare una messa in suo suffragio.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button