Notizie Italia

Elezioni regionali, guida al voto del 25 settembre

Domenica 25 settembre si vota per l’elezione del Presidente della Regione e per il rinnovo dell’Assemblea Regionale Siciliana.
Le operazioni di votazione si svolgeranno solo la domenica, dalle ore 7 alle ore 23. Lo scrutinio delle schede elettorali si svolgerà lunedì 26 settembre a partire dalle ore 14.
Il sistema elettorale, infatti, prevede un turno unico con metodo misto, senza scrutinio. Saranno chiamati al voto 4.606.564 cittadini siciliani, di cui 2.237.169 maschi e 2.369.395 femmine. Il numero totale di sezioni da esaminare è 5.294 in tutta la regione.

Come votare

Il voto è unico, ma l’elettore ha due voti: un voto per la scelta della lista regionale il cui capofila è candidato alla carica di Presidente della Regione;
un voto per la scelta della lista provinciale e in tal caso può essere espressa la preferenza per uno dei candidati alla carica di deputato regionale;
in mancanza di voto espresso per una delle liste regionali, il voto validamente espresso per una lista provinciale è automaticamente esteso anche alla lista regionale collegata.
È possibile esprimere un voto separato. L’elettore può votare una lista regionale e una lista provinciale non collegate tra loro. È quindi tecnicamente possibile esprimere una preferenza per un deputato dell’ARS e una preferenza per un candidato alla Presidenza della Regione appartenente ad uno schieramento politico diverso.

Come sono divisi i seggi

Per l’elezione dei 70 deputati dell’Assemblea regionale siciliana (Ars) si adotta la seguente ripartizione: 62 seggi sono assegnati con il sistema proporzionale puro e una barriera del 5 per cento a livello regionale (16 a Palermo, 13 a Catania, 8 a Messina, 6 ad Agrigento, 5 a Siracusa e Trapani, 4 a Ragusa, 3 a Caltanissetta e 2 a Enna);
1 seggio spetta al candidato alla Presidenza della Regione eletto; Sono assegnati 6 seggi all’interno della lista regionale del candidato alla presidenza (cd lista). Si tratta, in sostanza, di una lista bloccata che funge da premio di maggioranza e consente alla coalizione collegata al Presidente eletto della Regione di ottenere un massimo di 42 seggi nell’ARS. I seggi non utilizzati a tal fine sono distribuiti, in proporzione, alle liste di minoranza che hanno superato la barriera; 1 seggio va al candidato governatore che è arrivato secondo nelle preferenze.
Il capofila della lista regionale che ottiene il maggior numero di voti validi è proclamato Presidente della Regione.

Da oggi a domenica 25 settembre gli uffici comunali rimarranno aperti, dalle 9 alle 19, per consentire ai cittadini di ritirare la tessera elettorale, nel caso in cui non l’abbiano ricevuta, o per l’eventuale rilascio del duplicato, nel caso in cui sia andata perduta o divenuta inservibile.

Entro il 22 settembre, gli elettori trattenuti o ricoverati nei luoghi di cura devono inviare al sindaco del comune di residenza la richiesta di esercitare il diritto di voto nel luogo di detenzione o ricovero.

Aggiornamento dei dati su affluenza e risultati elettorali

Domenica 25 settembre l’affluenza alle urne delle ore 12, 19 e 23 (orario di chiusura dei seggi) sarà resa nota sul portale elezioni.regione.sicilia.it.
Lunedì 26 settembre, invece, i dati relativi alle operazioni di scrutinio, così come trasmessi al Dipartimento delle autonomie locali dalle prefetture territorialmente competenti, saranno inseriti nel sistema Idec (realizzato con la collaborazione del Dipartimento dell’Economia e del digital Sicily company), elaborati dal programma e pubblicati sul portale elezioni.regione.sicilia.it, al fine di garantirne l’aggiornamento in tempo reale.

Gli esiti ufficiali saranno proclamati dagli appositi uffici centrali distrettuali, istituiti presso i tribunali dei nove comuni capoluoghi, e dall’Ufficio centrale regionale, istituito presso la Corte d’Appello di Palermo.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button