Notizie Italia

È morto Tony Binarelli, il mago della tv degli anni ’80 e ’90

Mago, illusionista, attore, controfigura, autore di libri di magia. Tony Binarelli è morto ieri sera all’età di 81 anni all’ospedale romano Sandro Pertini, era malato da tempo. Il grande mago divenne popolare partecipando a vari programmi televisivi. Le sue mani in molti film, anche quelle di Terence Hill per i giochi di carte nei film di Trinity. I suoi spettacoli di magia sono stati molto seguiti in TV negli anni ’80 e ’90, quando è stato protagonista in alcuni programmi di Corrado, Mike Bongiorno e Pippo Baudo.

Tony Binarelli, pseudonimo di Antonio Binarelli, nasce a Roma il 16 settembre 1940. Dopo aver appreso i trucchi del mestiere, esordisce professionalmente, nel ruolo di se stesso, in una fiction Rai, “La sera al gatto nero”. . La svolta nella sua carriera arriva dagli anni ’70, quando raggiunge popolarità partecipando al Raduno canoro e ai primi tre anni di trasmissione su Domenica in Diretto da Corrado, ampliando il suo repertorio al mentalismo e ai fenomeni paranormali. Tanto che negli anni successivi, dopo aver portato il coinvolgimento del pubblico nei suoi spettacoli, si cimentò nella conduzione e progettazione di programmi di magia. Divenne inoltre consulente per il Teatro Sistina di Roma dove portò numerosi spettacoli, aiutando giovani maghi e artisti a farsi conoscere.

Nel mercato dell’editoria i suoi manuali di magia ebbero molto successo. Dal 1991 al 1995 è stato l’unico mago di Buona Domenica, la storica trasmissione di Canale 5.
Binarelli aveva raccontato in diverse interviste di aver affascinato con i suoi trucchi anche Federico Fellini, con il quale aveva lavorato allora in ‘Tre passi nel deliriò. Ha anche preso parte come controfigura in una cinquantina di film: noto come ‘Mister contromanì, come attore ha partecipato a Bluff – Storia di scuffe e di chroglioni, per la regia di Sergio Corbucci e ‘Io sto con gli ippopotamì, di Italo Zingarelli.
Nella sua carriera ha vinto tre Mondiali di Illusionismo. Nel 1988 ha fondato e diretto la rivista ‘Qui magià. È stato vicepresidente territoriale per l’Italia dell’IBM-International Brotherhood of Magicians e nel 1995 ha creato il corso professionale, nonché l’omonimo trofeo ‘Qui magià, che si è tenuto per dieci edizioni. Dal 1991 al 1995 ha conquistato il Telegatto ed è stato premiato anche a Montecarlo (1998) e Las Vegas (2000).

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button