Notizie local

È morto a 82 anni James Caan, fu Sonny Corleone nel Padrino

L’attore americano James Caan, famoso per le sue interpretazioni in Il Padrino e Misery Must Not Die, è morto all’età di 82 anni. Lo ha reso noto il manager. “È con grande tristezza che vi informiamo della morte di Jimmy la sera del 6 luglio”, ha annunciato la famiglia di James Caan in un tweet pubblicato sull’account dell’attore. Il suo manager ha confermato la notizia all’AFP.

Celebrità con Santino Sonny Corleone

Inizia a recitare per la televisione in serie come Gli intoccabili (1962). La sua prima interpretazione degna di nota in un film è quella di un minaccioso criminale nel thriller A Day of Terror (1964). Nel 1966 è apparso in El Dorado con John Wayne. Ottiene presto il riconoscimento per la sua interpretazione di un giocatore di football che ha subito un danno cerebrale in I’m Not Home Tonight (1969) di Francis Ford Coppola. Ancora più popolare è il suo ritratto del giocatore di football morente Brian Piccolo nel film TV Brian’s Song (1970). L’anno successivo Coppola lo chiamò per Il Padrino (1971), nel ruolo di Santino “Sonny” Corleone, che gli valse una nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista..

Una lunga carriera tra noir e commedie

Dal 1973 al 1982 è apparso in molti film di Hollywood. Interpreti vari ruoli senza fossilizzarti in quello del mafioso che lo ha reso famoso. I suoi film includono A Big $ 50 Love (1973), Una strana coppia di poliziotti (1974), $ 40.000 Not to Die (1974), Killer Elite (1975), in coppia con Robert Duvall, Rollerball ( 1975), Balordi &; Co. – Società per azioni ombrosa, capitale interamente rubato $ 1.000.000 (1976), That Last Bridge (1977), Here Comes a Wild and Free Knight (1978) e Chapter Two (1979), adattamento di un’opera teatrale di Neil Simon. Nel 1978, ha guadagnato una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 6.648 di Hollywood Boulevard. Nel 1980 esordisce alla regia con Li trovò a tutti i costi. Nonostante l’apprezzamento della critica, non ha molto successo. L’anno successivo appare in Violent Roads (1981), diretto da Michael Mann, dove interpreta un ladro professionista. Questo film è ormai considerato un classico film noir e l’interpretazione di Caan è considerata simile a quella fornita ne Il Padrino. Ritorna al cinema nel 1987 quando l’amico Coppola lo chiama per interpretare un sergente in Stone Gardens, un film sugli effetti della guerra del Vietnam. In seguito ha recitato in film famosi come Alien Nation (1988), Dick Tracy (1990) e Misery Must Not Die (1990), insieme a Kathy Bates che ha vinto un Oscar come migliore attrice protagonista).

La miseria non deve morire, l’altro grande successo

Dopo Misery non deve morire, nel 1992 ha avuto successo con Io interpreto sua moglie… a Las Vegas insieme a Sarah Jessica Parker e Nicolas Cage, interpretando un famoso giocatore di poker. Nel 1996 è apparso in A Shot from Amateurs insieme ai fratelli Luke e Owen Wilson al loro debutto sul grande schermo. In seguito appare come l’antagonista di Arnold Schwarzenegger in The Eliminator-Eraser (1996). Nel 1998, ha interpretato Philip Marlowe nel film della HBO Marlowe-Murder a Poodle Springs, un ruolo che in precedenza era andato a grandi attori come Humphrey Bogart, Robert Mitchum e Powers Boothe. L’anno successivo interpreta il boss Frank Vitale nella commedia Mickey Blue Eyes (1999) con Hugh Grant, Burt Young e Jeanne Tripplehorn e anche The Ways of Violence (2000), The Yards (2000), City of Ghosts (2002), Dogville (2003), Elf (2003), Santàs Slay (2005) e Agente Smart – Total Casino (2008), dove interpreta il presidente degli Stati Uniti. Dal 2003 al 2007 l’attore ha interpretato il ruolo di Big Ed Deline nella serie televisiva Las Vegas. Dal 2013 al 2014 ha preso parte alla serie Back in the Game.

© Tutti i diritti riservati

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button